In manette

Foce, scippano una donna e le rompono un braccio: vengono arrestati grazie all’inseguimento di una testimone

Una cittadina ha visto i rapinatori salire su una autobus e non li ha più persi di vista, restando in contatto con la polizia

Genova. Brutta avventura per una 65enne rapinata ieri sera, all’uscita dal ristorante insieme a una amica. La donna è stata raggiunta da due malviventi che le hanno strappato la borsa, facendo cadere entrambe le donne a terra e trascinando per alcuni metri la vittima che stava cercando di opporre resistenza.

Quasi in contemporanea sono giunte alla centrale operativa due segnalazioni dell’avvenuto scippo: e quella di un’altra donna che, alla guida del suo furgone, aveva visto due soggetti che correvano verso piazza Paolo da Novi per poi fermarsi davanti a un cassonetto dell’immondizia, frugare dentro una borsa che tenevano tra le mani e poi salire velocemente su un bus. La donna senza perderli di vista ha segnalato alla polizia gli spostamenti del mezzo pubblico che, intercettato subito da una volante dell’ufficio prevenzione generale, è stato fermato e i due sono stati individuati.

Accompagnati in questura, i rapinatori, avevano con loro un telefono cellulare che è risultato appartenere alla vittima dello scippo, la cui borsa è stata poi subito restituita. I due malviventi di nazionalità marocchina, di 20 e 30 anni, irregolari sul territorio nazionale, sono stati arrestati per rapina e lesioni in concorso e accompagnati a Marassi.

La donna scippata ha 65 anni e, accompagnata all’ospedale, è stata medicata e dimessa con prognosi di 30 giorni per frattura dell’omero.