Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fiocchi su Genova e Riviera sino al mare: disagi. Scuole chiuse per allerta neve fotogallery

Spazzaneve in azione. Soccorsi diffici questa notte a Leivi dove un'ambulanza è rimasta bloccata. Cancellati due voli all'aeroporto Colombo. Difficoltà in porto

Genova. Da ieri sera nevica a Genova e in Riviera, con fiocchi anche a livello del mare. E si registrano disagi, soprattutto per i trasporti e la viabilità. Soccorsi difficili questa notte per la nevicata in corso. A Leivi, alle spalle di Chiavari, un’ambulanza è rimasta bloccata intorno alle 5,30 per la neve sul ciglio della strada mentre interveniva per un soccorso a persona in codice rosso presso l’abitazione del paziente, scattato con il coordinamento del 118 Tigullio. Subito si sono mobilitati i vigili del fuoco di Chiavari per liberare il mezzo di soccorso in difficoltà per la neve caduta sulla sede stradale. Problemi nella notte anche per un soccorso a Borzonasca, in Valle Sturla nell’entroterra di Chiavari, dove il personale medico e sanitario è stato costretto a percorrere un tratto a piedi per soccorrere una persona.
A Bavari è dovuto intervenire uno spazzaneve intorno alle 5.30 del mattino. In atto gli interventi di salatura da parte di Amiu, Aster e addetti dei Municipi.

Nevicata 1 marzo Genova e Riviera

Genova si è svegliata imbiancata. Un leggero strato di neve caratterizza la città, come tutte le zone costiere della regione. Neve su auto, in parchi e giardini, ma le strade, dove sono entrati in azione gli spargisale. Le nevicate sono state abbondanti, invece nelle zone montane.

Il forte vento proveniente da nord ha salvato, durante la notte, la Liguria dalla ‘grande nevicata’. Le raffiche, che hanno raggiunto gli 80 km orari a Genova e i 100 a Marina di Loano, “hanno tolto l’umidita’ seccando la nevicata”, dicono dall’Agenzia regionale per l’ambiente della Liguria. Attualmente si segnalano precipitazioni nevose deboli a macchia di leopardo. Nelle zone interne della regione, sempre secondo Arpal, le nevicate non hanno superato i 10 centimetri. Le temperature restano in modo diffuso sotto lo zero termico, “ma il vento togliendo l’umidita’ dall’aria annulla il rischio ghiaccio. Ora c’e’ da capire quanto questa situazione durera’”, spiegano da Arpal. In quasi tutti i comuni liguri le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse. Chiusi anche parchi e cimiteri, annullate tutte le manifestazioni all’aperto come i mercati. A Genova chiusa al traffico la sopraelevata, una delle principali arterie cittadine.

Chiuse per precauzione, a causa della neve, le provinciali del monte Penna, del Faiallo e di Alpepiana che porta a Piacenza. Lo rende noto la centrale operativa della Citta’ metropolitana di Genova. Tutte le altre strade sono transitabili. In Val d’Aveto e Valtrebbia sono caduti dai 7 ai 10 centimetri di neve.

Sono state chiuse le attivita’ del terminal portuale Vte. Per le condizioni del mare molto mosso due traghetti in arrivo a Genova dalle isole hanno accumulato un ritardo di circa un’ora. All’aeroporto Colombo di Genova sono stati cancellati due voli programmati alle 7.05 per Parigi De Gaulle e alle 7.15 per Roma Fiumicino: entrambi i collegamenti sono stati annullati non per problemi a Genova ma per il mancato arrivo degli aerei dagli scali di partenza per problemi legati al maltempo. Previsto invece in ritardo il volo Lufthansa in arrivo alle 10.35 da Francoforte.

La neve non ha risparmiato Portofino. La perla turistica della Liguria e’ coperta da un lieve manto nevoso, regalando un panorama da cartolina. Nevica abbondantemente

L’allerta meteo arancione per il territorio di Genova, costa ed entroterra, dalle 00 alle 24 di oggi. L’ondata di gelo portata dall’ormai celebre Burian – e ormai poco importa che questo termine abbia senso o meno – ha portato i primi fiocchi già mercoledì mattina (oltre a quelli più deboli di domenica scorsa) ma il peggio secondo i previsori, la protezione civile e le istituzioni, deve ancora arrivare. Concetto ribadito anche durante il punto fatto dal presidente della Regione Toti e dall’assessore alla protezione civile Giampedrone poco prima di mezzanotte ieri dal quartier generale di viale Brigate Partigiane. Da ieri

Giovedì di neve, quindi. Ma a preoccupare è anche domani quando, a causa delle basse temperature, potrebbe verificarsi l’ormai noto fenomeno del gelicidio. Solo oggi, quindi, sapremo se misure straordinarie come la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado (nel territorio di Genova ma anche in molti altri Comuni) sarà prorogata anche nella giornata successiva.

Tra le cose da ricordare e sapere, oltre alla chiusura delle scuole, ci sono alcune disposizioni emanate dal Comune di Genova e altri enti. Per esempio, non si potrà circolare sulle strade cittadine, si badi bene – cittadine – senza dotazioni invernali (catene o gomme da neve).

Il consiglio della Città metropolitana, soprattutto per quanto riguarda le strade provinciali, è quello di avere a bordo una pala e una coperta, per ogni evenienza.

Saranno chiusi, non tanto per la neve quanto per il vento, parchi e cimiteri. La strada soprelevata Aldo Moro è vietata a moto, scooter, mezzi telonati e caravan.

Rfi, rete ferroviaria italiana, ha già annunciato che il servizio di trasporto ferroviario sarà tagliato del 30%, questo per garantire che il rimanente 70% possa essere effettuato.

Secondo le previsioni sulla costa sono attesi fino a 10 centimetri di neve, 30 nell’entroterra.