Operazione come back

Ha fatto entrare in Italia quintali di droga, si nascondeva in Spagna: arrestato dai finanzieri genovesi

I fatti per cui un 46enne marocchino avrebbe dovuto andare in carcere risalgono al 2013, ma l'uomo si era rifugiato all'estero

Genova. La guardia di finanza di Genova ha arrestato un 46enne marocchino, già destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Motivo: traffico internazionale di stupefacenti. Nel 2013 l’uomo non era stato tratto in arresto perché era scappato all’estero. A seguito di ulteriori indagini, il nucleo di polizia economico-finanziaria di Genova è riuscito a individuare il rifugio del narcotrafficante in Spagna.

Qui la polizia nazionale iberica lo ha catturato in esecuzione del mandato di arresto europeo. L’indagato, estradato in Italia, è stato trasferito nel carcere di Marassi e ora è disposizione dell’autorità giudiziaria. L’uomo è indagato per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti per aver importato-centinaia di chili di hashish proprio dalla Spagna.

L’esecuzione del provvedimento rientra nell’ambito dell’operazione “Come Back” – in materia di contrasto al traffico internazionale di stupefacenti, effettuata dal 2012 al 2014 – che ha consentito, complessivamente, di denunciare a piede libero 11 persone, arrestarne 6 in flagranza di reato, eseguire 4 fermi di indiziato di delitto, eseguire 15 ordinanze di misura cautelare in carcere, sequestrare oltre 286 chilogrammi di hashish, 3 autoveicoli, 1.700 euro in contanti.