Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, trasferta difficile ad Empoli. Mister Aglietti: “Dovremo avere coraggio e non subire” risultati

Sono ventitré i giocatori biancocelesti convocati per la trasferta

Chiavari. Domani, domenica 11 marzo, alle ore 17,30, la Virtus Entella giocherà sul difficilissimo campo dell’Empoli.

Sono ventitré i convocati di mister Aglietti per la trasferta toscana. Non fanno parte della spedizione Aliji, Pellizzer, Nizzetto e Belli alle prese con problemi fisici, oltre ai lungodegenti Luppi e Diaw.

Ecco l’elenco completo. Portieri: Iacobucci, Paroni, Massolo. Difensori: Ceccarelli, Benedetti, Cremonesi, Nikic, De Santis, Brivio. Centrocampisti: Troiano, Di Paola, Icardi, Eramo, Ardizzone, Crimi, Currarino, Acampora. Attaccanti: Aramu, De Luca, La Mantia, Gatto, Llullaku, Petrovic.

L’Empoli si affronta cercando di andare a non subire il loro gioco, che è fatto di qualità, di fraseggi, scambi stretti e corti – spiega Alfredo Aglietti -. Se noi subiamo aspettandoli molto bassi nella nostra area di rigore, sicuramente sarà una partita in cui difficilmente porteremo a casa qualcosa. Se invece avremo il coraggio di stare più alti, di aggredirli un po’ più alti, di mettere pressione ai portatori di palla e non consentire le loro giocate rapide cercando anche di far contare anche un po’ l’aspetto fisico potremo avere delle chance. La squadra questa settimana l’ho vista bene, chiaramente l’impegno è difficilissimo, giochiamo contro la squadra probabilmente in questo momento più forte del campionato insieme al Frosinone ed è chiaro che per tornare a casa con un risultato positivo servirà una prestazione importante da parte nostra, magari un Empoli non al top e anche un pizzico di buona sorte che in quest’ultimo periodo non abbiamo sicuramente avuto”.

A livello mentale può essere servita la sosta dovuta al rinvio di Brescia? “Il campionato ha vissuto un momento particolare con quello che è successo settimana scorsa per il maltempo- sottolinea l’allenatore -, ma non è successo solo a noi, è successo a tante squadre. Tra l’altro è la terza partita in una settimana che non si è disputata per quello che ci riguarda. Avremmo voluto giocare perché fermarsi non è mai bello, però queste cose non le possiamo cambiare, non ci possiamo incidere. Ho sempre detto: noi dobbiamo pensare a noi stessi e fare le cose per bene ed entrare in campo con il giusto atteggiamento, domani e sempre“.

Di recente l’Entella ha cambiato modulo, dando più stabilità alla difesa. “A livello difensivo la squadra così si sta comportando molto bene. Ci manca qualcosa sotto l’aspetto offensivo, nonostante giochiamo con due punte di ruolo, perché poi nel 3-5-2 abbiamo giocato con due punte rispetto a quando siamo col 4-3-3 che a volte la punta centrale è rimasta troppo sola. Questo era anche uno degli aspetti per cui sono voluto passare a giocare con le due punte più vicine; i risultati magari in questo momento, dicono i numeri, non ci stanno dando ragione per quello che riguarda i gol fatti, però a livello di occasioni sicuramente siamo cresciuti. Arriverà anche il gol. I ragazzi, soprattutto gli attaccanti o chi partecipa in maniera un po’ più vicina alla fase d’attacco devono avere fiducia, devono essere convinti di quello che fanno perché sono questi i momenti in cui non bisogna mollare niente, perché il gol arriverà e nel momento in cui arriva poi magari ci sblocchiamo e sicuramente sarà anche un aspetto che ci può dare qualcosa in più – conclude Aglietti -. Nell’ultimo periodo le occasioni le abbiamo avute, non siamo stati bravi a finalizzarle“.

La partita sarà arbitrata da Fabio Piscopo della sezione di Imperia, assistito da Gaetano Intagliata (Siracusa) ed Edoardo Raspollini (Livorno); quarto ufficiale sarà Antonio Rapuano (Rimini).