Polizia

Droga, dopo l’arresto del titolare Axel Bianchi, il Cristal Café della Foce chiude per un mese

Le indagini della squadra mobile erano partite dalla denuncia di una madre coraggio

Genova. Dopo l’arresto del gestore del locale, Axel Bianchi, genovese di 42 anni, fratello del noto “maniaco dell’ascensore” Edgar Bianchi, il questore di Genova ora ha anche adottato il provvedimento di sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande per 30 giorni al bar Cristal Café di via Savona, alla Foce.

Dopo le indagini della squadra mobile genovese, fatte scattare dalla denuncia di alcune madri, preoccupate per l’attività di spaccio nel quartiere, l’imprenditore è finito in manette, appunto, per il reato di spaccio di sostanza stupefacente. Ne avevamo raccontato in questo articolo.

In particolare, dalle indagini è emerso che il genovese, servendosi di un pusher di origini albanesi, confezionava e vendeva cocaina all’interno del bar, anche fuori dall’orario di apertura al pubblico e proponeva agli acquirenti di consumare lo stupefacente nel locale situato al piano superiore, nella più totale riservatezza.

Ieri, gli agenti del commissariato di Sestri Ponente hanno notificato il provvedimento al titolare della licenza, a tutt’oggi sottoposto agli arresti domiciliari.

Più informazioni