Campionato combattuto

Draghici manda al tappeto l’Isolese. Lotta serrata per le prime posizionirisultati

Biancoverdi battuti da una tripletta dell'attaccante campomoronese. Il Varazze si prende il secondo posto. Rinviata Prato - San Gottardo, la Sampierdarenese sale a -2 dalla vetta

Si prospetta un finale di campionato infuocato in Prima categoria Girone C. Sebbene l’Isolese resti con una minima percentuale favorevole (avendo una gara da recuperare con lo Sciarborasca), un lotto di squadre è pronta ad insidiare la vetta della classifica.

La socnfitta con la Vecchiaudace Campomorone rilancia le ambizioni dei biancoblù e consentono alle squadre immediatamente alle spalle dei biancoverdi, di avvicinarsi alla vetta. Al momento infatti troviamo ben 6 squadre in tre punti per un posto al sole. I primi della classe infatti escono sconfitti dalla trasferta campomoronese che inizia subito male con il gol di Draghici, mattatore di giornata. Infatti il fantasista locale si porterà a casa il pallone con una tripletta che non trova repliche negli avversari.

Al 26° il 2-0 arriva su calcio di rigore, mentre nel secondo tempo, al 57° il tiro del numero 10 viene appena sfiorato dal portiere che deve, però arrendersi. Il rigore di Leto al 70° prova a ridare speranza agli isolesi, ma non è giornata e la Vecchiaudace torna a credere nella lotta, almeno, per un posto ai playoff.

D’altra parte arriva una vittoria pesantissima, sia nel punteggio che nell’effetto sulla classifica del Varazze che travolge 5-0 il Voltri 87, squadra in lotta per la salvezza, ma che nulla può di fronte all’ispirata compagina nerazzurra. L’equilibrio dura appena una ventina di minuti perché al 21° arriva il gol di Colombo che risolve una mischia e batte Rastelli. Al 32° il gol di Baroni che manda le squadre al riposo sul 2-0.

Nel secondo tempo non cambia l’andamento, con i varazzini che tiene la gara in mano e appena può colpisce. Al 54° Ferretti, appena entrato marca subito visita con il tris dei locali.  Al 68° Baroni trova la doppietta con una staffilata dal limite dell’area e al 78° Mori si esibisce in un capolavoro balistico con un tiro che pesca il palo lontano e fissa il punteggio sul 5-0.

Quarto pareggio consecutivo per la Caperanese che si vede quindi superare proprio dal Varazze, anche se resta molto vicina alla vetta della classifica. A Chiavari contro il Via dell’Acciaio finisce senza vinti, né reti nonostante i verdiblù attacchino a spron battuto dal primo minuto e colpiscano una traversa nel secondo tempo. Azulgrana che restano in acque tranquille ed anzi guadagnano un punto sugli immediati inseguitori.

Con il San Gottardo fermo e non ha potuto giocare contro il Prato,  la Sampierdarenese ne approfitta e va a vincere sul campo del Ravecca ormai rassegnata all’ultimo posto. Gara che si sblocca al 13° con il calcio di punizione di Rossi che supera Papatola. Il raddoppio dei lupi arriva a un minuto dalla fine del primo tempo con Messina che interviene su un cross dalla fascia, anticipa tutti e mette in cassaforte il parziale. Nel secondo tempo il Ravecca cerca di rientrare in gara, ma il tiro di Brandi si stampa sulla traversa e una decina di minuti più tardi Rossi con la sua doppietta trova il definitivo 0-3.

C’è anche il Bogliasco fra le pretendenti al titolo. I biancorossi dopo il buon avvio di stagione si erano defilati dalle primissime posizioni. Ora però, i bogliaschini si sono rifatti sotto anche grazie alla vittoria di misura sulla Stella Sestrese giunta proprio nell’ultimo turno. Una vittoria che porta le firma di Ciliberti che apre le marcature al 17° con un gol in mischia, e Rattini che la piazza di precisione poco prima dell’intervallo.

Nella rirpesa arriva quasi immediato il gol della speranza per la Stella che con il “solito” Mattia Casu accorcia sull’1-2. I biancoverdi hanno poi un’occasione molto ghiotta al 65° con Rovelli che da posizione ideale spara fuori una palla che sembrava solo da spingere in rete. Locali che spingono molto, ma non trovano il pari anche grazie a una strenua difesa degli avversari che salgono così a 40 punti, a sole tre lunghezze dal primo posto. Verdestellati che invece restano in zona playout.

Ottima vittoria dello Sciarborasca che supera la Calvarese e prosegue la propria corsa verso una salvezza che i gialloblù sperano possa arrivare senza gli spareggi dei playout. Gara molto intensa ed equilibrata in cui il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto. Anche perché sono gli ospiti a sbloccarla al 22° con una punizione di Soracase sulla quale il portiere non può intervenire. Al 46° uno svarione difensivo della Calvarese, permette ai gialloblù di pareggiare nell’ultima occasione del primo tempo con Angella.

Lo Sciarborasca cavalca l’onda emotiva della rete del pari e rientra sul terreno di gioco con tanta cattiveria agonistica. Al 48° il sorpasso dei padroni di casa con Vallarino che si esibisce in una splendida semirovesciata che vale il 2-1. La Calvarese non demorde, ma trova sempre chiuso. Ci vuole un’invenzione ancora di Soracase per rimettere in equilibrio le sorti della gara. Lo Sciarborasca tuttavia non ha esaurito le energie e proprio nel recupero, Dellinnocenti è lucido nell’infilare Paci per il 3-2 definitivo.

Pari fra Cà de Rissi e Begato con gli ospiti che guadagnano un punto per la propria (quasi) disperata rincorsa salvezza, ma recrimina per il vantaggio gettato. Gli ospiti infatti segnano alla mezzora con Russotto che batte il portiere con un bel pallonetto, ma Alushaj poco dopo si becca un giallo evitabile, il secondo e lascia i suoi in dieci. Nella ripresa così il Cà de Rissi spinge e mette in grande difficoltà i bianconeriblù che al 57° provocano un rigore che Barbieri prima fallisce, ma sulla respinta del bravo Molinari, ribadisce in rete. Finisce 1-1 con il Cà de Rissi che resta fuori dai playout, ma non può dirsi ancora salvo.