Qualcosa non va

Carcere di Marassi, perquisizione straordinaria e saltano fuori droga, cellulari e armi

L'allarme del sindacato Sappe: "Subito ispettori ministeriali"

Genova. Dopo la perquisizione di ogni anfratto delle sezioni 1 e 2 del carcere di Marassi gli agenti di polizia penitenziaria hanno trovato di tutto, in alcune celle: telefoni cellulari, lame e cannabis. A darne notizia è Donato Capece, segretario generale del sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe.

“I cellulari sono stati trovati in alcune celle occupate da detenuti sudamericani e tunisini – ci tiene a precisare, relativamente alla nazionalità dei detenuti – gli apparecchi sono stati sequestrati e l’autorità giudiziaria è stata informata. Chiediamo interventi concreti al dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, soprattutto una dotazione ai reparti di adeguata strumentazione tecnologica per contrastare l’indebito uso di telefoni cellulari o altra strumentazione elettronica da parte dei detenuti”.

“E’ del tutto evidente che il carcere di Marassi, sotto il profilo dell’organizzazione e della sicurezza è allo sbando – denuncia Capece – ogni giorno succede qualcosa, ed è quasi diventato ordinario denunciare quel che accade tra le sbarre. Altro che carcere umano e più sicuro, come prometteva il ministro della Giustizia Orlando: Marassi è un colabrodo per le precise responsabilità di ha creduto che allargare a dismisura le maglie del trattamento a discapito della sicurezza interna ed in danno delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria”.

“E non è un caso se, da quando sono stati introdotti nelle carceri vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto, gli eventi critici nelle carceri sono decuplicati”, evidenzia. “Cosa si aspetta a mandare nel carcere di Genova gli ispettori del Ministero della Giustizia a constatare i continui fallimenti dell’attuale direttore?”, dice il segretario del Sappe.

La situazione nelle carceri della Liguria, dove oggi sono detenute oltre 1.400 persone rispetto ai circa 1.000 posti letto è sempre tesa ed allarmante. Molti eventi critici accaduti a Marassi nell’anno 2017: 199 atti di autolesionismo, 17 tentati suicidi, 235 colluttazioni e 38 ferimenti.

Più informazioni