Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bando per negozi Sampierdarena e S.Teodoro. Esclusi sexy-shop, Internet point e call center

Stanziati fondi per centomila euro

GENOVA – Potranno essere utilizzati per attrezzature, arredi, siti web e opere murarie 100 mila euro di un nuovo bando comunale per le riqualificazione delle attivita’ commerciali e artigianali destinato a Sampierdarena e San Teodoro e presentato stamani dall’assessore comunale al commercio Paola Bordilli, ma non per sexy shop e call center.

“Sono 100 mila euro per le realta’ commerciali del Municipio centro-ovest – ha detto Bordilli – Se l’ordinanza sulla limitazione di vendita e somministrazione di alcolici nelle ore notturne per Sampierdarena e San Teodoro ha un valore restrittivo, il bando premia imprese commerciali sane, in regola e che vendano prodotti tipici del territorio, percio’ sono esclusi dal bando sexy shop, call center, internet point e minimarket “.

Le imprese devono essere attive da 12 mesi. L’investimento minimo e’ di 3 mila euro, il 50 per cento viene dato a fondo perduto e l’altra meta’ a un tasso agevolato dello 0,50 a completamento degli interventi. Altre info nel sito comune.genova.it nella sezione ‘Bandi di gara/settore: aiuti alle imprese”. Il vicedirettore di Confesercenti Genova Paolo Barbieri ha detto che “il bando riguarda una larga platea” e che “interventi come questo di concerto con l’ordinanza sono ottimi”. L’assessore Bordilli ha concluso che la giunta sta studiando interventi estesi a tutta la citta’ per promuovere le attivita’ commerciali locali