Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bando mense scolastiche, fumata nera dall’incontro tra Comune e genitori: domani mobilitazione a Tursi

Ma la gara è già aperta e il capitolato non sarà modificato nella sua sostanza, per questo domani ci sarà un presidio in occasione del consiglio comunale

Genova. Gli assessori alle politiche educative e dell’istruzione Francesca Fassio e al bilancio Pietro Piciocchi hanno ricevuto questa mattina i rappresentanti del Coordinamento genitori scuole di Genova, della Rete commissioni mensa e del Comitato genitori Valbisagno. Argomento dell’incontro – aperto anche ad altre associazioni che non hanno partecipato all’appuntamento – la gara per l’appalto che assegnerà il servizio di ristorazione scolastica.

Nei giorni scorsi tutti questi soggetti si erano definiti esterrefatti e indignati per il fatto che il Comune avesse pubblicato il bando di gara senza averli preventivamente consultati, oltre che molto critici sullo stesso contenuto del capitolato di gara.

“Pur ritenendo di aver lavorato in modo migliorativo rispetto alle precedenti linee – scrive l’amministrazione comunale – in un’ottica di coinvolgimento delle associazioni che rappresentano l’utenza, abbiamo ritenuto di aprire un’ulteriore finestra di dialogo, dopo i passaggi già espletati”. Gli assessori hanno chiesto ai rappresentanti dei genitori un documento unitario nel quale proporre le modifiche che ritengono opportune. “All’inizio della prossima settimana – dice l’assessore Fassio – abbiamo fissato un nuovo appuntamento per valutare insieme i suggerimenti. Naturalmente, tenuto conto della normativa, resta compito istituzionale del Comune definire le nuove linee in tempi utili all’erogazione del servizio nel prossimo anno scolastico”.

“Con una buona mobilitazione possiamo arginare il peggioramento o forse puntare a un miglioramento”, così la rete commissioni mensa dà appuntamento a domani, martedì 20 marzo, per una mobilitazione in occasione del consiglio comunale. Giudicato negativamente l’incontro con Fassio e Piciocchi: “Il regolamento da noi scritto sarà completamente redatto dall’assessore Fassio, sulla sospensiva del nuovo bando solo una timida cautela, sarà di sole 48 ore in caso Bucci dica sì, inoltre l’assessore ci ha dato ragione sulle perplessità sul pesce di origine cinese, eppure quello resterà nel bando”

Intanto la Lista Crivello annuncia che domani, in consiglio comunale, chiederà conto della situazione all’assessore Fassio. Anche la Lista Crivello si chiede – come ha fatto il PD nei giorni scorsi sul tema delle misure restrittive per chi cerca nei cassonetti – se sia da valutare una sorta di “sfiducia” nei confronti dell’esponente della giunta Bucci.