Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bando per la ristorazione scolastica, il coordinamento genitori contro il Comune: “Non ci hanno ascoltato”

Genova. Sul sito del Comune di Genova è stato pubblicato, di fronte alla sorpresa dei comitati di genitori e delle commissioni mensa, il bando per l’affidamento della ristorazione scolastica. Un bando della durata di 36 mesi + 24 prorogabili, e che – secondo i genitori riuniti del coordinamento delle scuole di Genova, nasce in aperto contrasto degli accordi presi.

“L’intenzione di apertura alla partecipazione della cittadinanza agli atti della pubblica amministrazione assicurata dal candidato sindaco Marco Bucci in occasione dell’incontro pre-elettorale aperto ai candidati sindaco indetta dalla nostra organizzazione il 7 giugno 2017 – scrivono dal coordinamento genitori delle scuole genovesi – e ribadita in occasione del primo incontro con l’assessore Francesca Fassio, è stata gravemente disattesa da questo passaggio non condiviso che ha colto di sorpresa anche l’intera giunta alla quale l’assessore si era rivolto in tutt’altri termini in occasione della commissione consiliare del 9 febbraio scorso”.

Risulta non corrispondente alla realtà dei fatti la disponibilità a incontrare la cittadinanza che l’assessore Fassio ha dichiarato alla stampa, continuano, “in quanto le svariate richieste da noi avanzate e da ultimo anche la richiesta di incontro inviata nel mese di febbraio non hanno avuto nemmeno risposta nonostante sia stato sollecitato più volte un riscontro”.

Il coordinamento genitori delle scuole di Genova ha lavorato a lungo, dall’estate 2017, al fine di creare una proposta concreta e migliorativa del servizio Ristorazione cominciando, come chiesto dall’assessore dal regolamento delle commissioni mensa, a oggi mai approvato dal Consiglio Comunale e del verbale di accertamento, al fine di rendere efficaci i controlli ed efficiente l’operato dei commissari mensa. “Questi documenti – si legge ancora nel comitato del coordinamento – consegnati all’assessore nel corso dell’incontro del 9 ottobre, non hanno ancora avuto riscontro. Abbiamo anche chiesto, in totale trasparenza con l’assessore, un incontro al Sindaco Marco Bucci, senza tuttavia ottenere, nemmeno da lui, alcuna risposta. Per questi motivi è nostra intenzione mantenere alta l’attenzione sugli atti proposti da questo assessore, pronti ad attuare le forme di verifica e protesta che riterremo più opportune con il fine di ricondurre la pubblica amministrazione della nostra città al dialogo con la cittadinanza e all’effettivo miglioramento del Servizio Ristorazione nell’esclusivo interesse dei bambini che ne usufruiscono”.