A rischio

Appalti pulizie in Amt, l’allarme dei sindacati: “Un pasticcio che può lasciare a casa 110 persone”

Genova. Un caos nelle gare di assegnazione del servizio che, secondo i sindacati, mette a rischio il lavoro di 110 addetti. E’ quanto starebbe accadendo nel caso dell’appalto pulizie Amt, attualmente affidato all’ Ati Fidente /b&b.

“Il mese scorso il consiglio di stato ha dato sentenza favorevole a Idealservice sul ricorso portato avanti rispetto all’aggiudicazione che Amt ha deciso di affidare – spiegano Cigl, Cisl e Uil di categoria – dicendo dovrà subentrare Idealservice nell’appalto in corso d’opera. Successivamente Amt ha comunicato a Idealservice il subentro con decorrenza 12 marzo”.

“Il problema è che Fidente dichiara di voler procedere al passaggio del personale ai sensi della legge 428, ovvero come cessione di ramo aziendale, essendo appalto in corso d’opera. Per contro Idealservice sostiene che è un cambio appalto art. 4 ccnl pulizie”, riportano i sindacati.

Una questione “tecnica” ma sta di fatto che tra le due aziende che mantengono la loro posizione ci sono i lavoratori. “Coloro che intendiamo tutelare – dicono i sindacati confederali di categoria – e domani proveremo a mettere insieme tutte le parti, ma a rischio c’è la continuità occupazionale di circa 110 addetti ed il servizio fondamentale per il trasporto pubblico locale”.

Più informazioni