"controllate le calderine"

Allarme intossicazioni da monossido: 42 casi con soccorsi al S. Martino negli ultimi tre mesi

Bruna Ruocco, "triagista" del Pronto Soccorso ha salvato un’intera famiglia a Montoggio

Genova. Negli ultimi 3 mesi sono stati 42 i casi di intossicazione da ossido di carbonio registrati al Pronto Soccorso dell’ospedale San Martino. “Per la vostra incolumità controllate, secondo disposizioni nazionali, gli apparati domestici a combustione di gas presenti nelle vostre abitazioni”, è l’invito dell’ospedale San Martino.

In questi giorni difficili per Genova a causa dell’allerta neve, ci sono tante persone che con il loro lavoro al servizio delgi altri garantiscono i soccorsi anche tra mille difficoltà. Una di queste è Bruna Ruocco (nella foto), ‘triagista’ del Pronto Soccorso dell’ospedale San Martino di Genova che ha salvato un’intera famiglia di Montoggio intossicata dal monossido di carbonio.

Il San Martino vuole mettere in evidenza l’importanza dei professionisti dell’emergenza. “Con la sua prontezza ha permesso di spedire due pensionati in camera iperbarica auto presentatisi al Pronto Soccorso: lamentavano erroneamente un “semplice” malessere generale – spiegano al San Martino -. Non doma, si è voluta accertare che nella casa non ci fossero altre persone. Là dentro c’erano ancora la figlia dei due e la nipotina, immediatamente prelevate e condotte in ospedale”.