Eccellenza

Rivarolese ko e Fezzanese più vicina al titolo fotogallery risultati

Gli avvoltoi cadono in casa contro il Vado. Gli spezzini scappano a +11 e paiono irraggiungibili. Sconfitta anche per la Genova Calcio. Vola la Sammargheritese.

La Fezzanese può quasi cominciare i festeggiamenti per il ritorno in Serie D.  La vittoria chiara nel derby di levante contro il Valdivara e il contemporaneo ko della Rivarolese con il Vado, consentono ai biancoverdi di salire a +11 sugli avvoltoi e di ipotecare seriamente il primo posto finale.

Fezzanese che va sotto per la verità, con il gol di Bertuccelli al 39°. La rete arriva sulla respinta di un rigore da parte del portiere Greci, sulla quali si avventa per primo il bomber locale che fa 1-0. Cambia tutto nel secondo tempo quando sale in cattedra Baudi che al 50° avvia l’azione che consente a Maggiore di impattare il parziale. Due minuti dopo è lo stesso Baudi che pesca ancora Maggiore sul secondo palo ed è 1-2.

La gara comunque si gioca in equilibrio, il Valdivara ci prova, ma non riesce a trovare il varco giusto e Maggiore cala il tris all’89° con un tiro all’incrocio dei pali. Due minuti dopo Lorenzini in contropiede la mette in ghiaccio con l’1-4. Inutile la doppietta di Bertuccelli allo scadere. Fezzanese che vince 4-2.

Come suddetto invece la Rivarolese crolla contro un Vado che ritrova la vittoria dopo un periodo difficile. I rossoblù vanno ad espugnare il difficile campo della seconda della classe e si rilanciano proprio per il piazzamento playoff, ora distante 3 punti.

La gara si mette bene già nel primo tempo per i vadesi che passano in vantaggio al 21° con Donaggio che sfrutta un erroraccio dei difensori locali e beffa con un bel lob il portiere Molinaro. Meno di dieci minuti dopo altra papera difensiva degli avvoltoi che consentono a Metalla di ricevere e siglare lo 0-2.

Si va alla ripresa e la Rivarolese entra subito alla ricerca del gol per riaprire la gara che arriva al 57° con Chiarabini che trova il varco e accorcia, ma passa appena un minuto e Macagno scattando sul filo del fuorigioco, scappa via e fissa il risultato sull’1-3.

Dopo la goleada contro il Moconesi, l’Albenga sconfigge anche la temibile Genova Calcio e consente così alla Sammargheritese di superare i biancorossi salendo in terza posizione. Gli ingauni passano al 16° con Gaggero che scatta in verticale e batte Dondero in uscita. Al 30° il raddoppio lo sigla Piazza che trova l’angolo lontano dove il portiere biancorosso non può coprire ed è 2-0.

Costa accorcia le distanze al 46° riaprendo la gara, ma la difesa bianconera nel secondo tempo è impenetrabile e l’Albenga prosegue nel suo percorso alla ricerca della salvezza.

Ne approfitta come detto, la Sammargheritese che vince in trasferta sulla Sestrese. Vantaggio lampo di Chiapperini che in mischia la risolve dopo un batti e ribatti nei pressi della porta biancoverde. La gara prosegue con i levantini che sfiorano il raddoppio più volte, mentre i locali cercano di sfruttare i tiri da fermo, ma il primo tempo si chiude sullo 0-1.

La ripresa si sblocca presto con il raddoppio di Mortola al 52° che sembra chiudere la gara. Un minuto dopo arriva anche il terzo gol con Masi che piazza il tris ospite. A questo punto la Sestrese reagisce mette in difficoltà la Sammargheritese. Al 68° Cilia su rigore accorcia le distanze, ma il gol di Privino spegne le speranze dei genovesi. L’ultimo ad arrendersi è Mereto che all’81° prova a tenere viva la fiammella, ma la gara termina comunque con la vittoria della squadra di mister Camisa.

Vola il Pietra Ligure che travolge il Moconesi per 0-6. Partita mai in discussione e già chiusa nei primi 45’. Gol immediato di Zunino con una bomba al 2°. Al 20° raddoppia Monteanni con un altro tiro portentoso. Al 31° gara in ghiaccio con la doppietta di Zunino che trova la doppietta. Al 45° poi poker ospite con Facello.

Nel secondo tempo arrivano ancora i gol di Anselmo su rigore al 56° e Micci con un colpo di testa su calcio d’angolo. Partita chiusa con largo anticipo e Pietra che torna in zone di classifica tranquille.

Crolla il Molassana contro il Ventimiglia e i genovesi rivedono i fantasmi dei playout. Succede tutto nel secondo tempo. Al 62° Galiera porta avanti i granata. Cinque minuti dopo Romei rimette in equilibrio il parziale, ma al 77° la doppietta del numero 10 ponentino è decisiva per consentire al Ventimiglia di prendersi 30 punti fondamentali.

Finisce con uno spettacolare 3-3 lo scontro salvezza fra Rapallo e Serra Riccò. Gara fatta di botta e risposta continui fra due squadre in piena zona playout. Vantaggio dei gialloblù al 7° con Re che scatta sul filo del fuorigioco e batte Roi in uscita. Al 40° prima Lobascio spreca una palla gol ghiottissima, sull’azione seguente Pondaco è più preciso e trova l’1-1. Proprio quando sembra che il primo tempo debba finire sul parziale di pareggio, arriva la zampata di Lobascio che trova il 2-1 ospite.

La ripresa si apre con i ruentini all’attacco. Al 59° Marasco interviene di testa su un cross dalla fascia e, anticipando tutti, batte il portiere ospite per il nuovo pari. All’81° poi il Rapallo passa in vantaggio per la prima volta grazie a un rigore segnato da Michi. All’87°, però arriva il definitivo 3-3 di Lobascio che divide la posta in palio. Risultato tutto sommato giusto per quanto hanno fatto le squadre anche se il punto in palio serve a poco ad entrambe.

Rinviata invece Busalla – Imperia.