Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Voci dal Kurdistan”: al Buridda l’incontro con gli italiani che hanno combattuto l’Isis in Siria

Serata dedicata alla città curda di Efrin, grazie ai racconti di chi la guerra contro lo Stato Islamico l'ha combattuto veramente

Più informazioni su

Genova. Tre ragazzi italiani che hanno scelto di “prendere le armi” per combattere l’Isis in prima fila, oggi rientrati, raccontano cosa sta succedendo oggi in Siria.

Un conflitto, quello siriano, che in queste ultime settimane ha subito un’accelerazione “violenta” grazie all’intervento massiccio dell’esercito Turco, finalizzato a contrastare le milizie curde, che in questi anni hanno contrastato metro per metro l’avanzata del “nemico mondiale numero uno”, cioè il cosiddetto Stato Islamico.

La città simbolo di questa nuova fase del conflitto, che vede coinvolti oltre all’esercito siriano fedele ad Bashar al-Assad contrapposto alle milizie ribelli, anche Usa, Russia, Israele, Iran e Turchia, è oggi Efrin, che da settimane è sotto il fuoco dell’artiglieria di Ankara.

“Se Kobane è stata la nuova Stalingrado per l’ ISIS – si legge nella locandina dell’incontro – Efrìn sarà il Vietnam per il fascista Erdogan”: con questa frase viene presentato l’incontro organizzato in collaborazione con l’Associazione Verso il Kurdistan che avrà luogo giovedì 22 alle ore 21 presso il Laboratorio Occupato Autogestito Buridda.

Presenti alla serata tre ragazzi italiani che nei mesi scorsi hanno preso parte attiva al conflitto siriano, arruolandosi nei reparti internazionali delle YPG (Unità di protezione popolare) curde in difesa dei territori che da sempre sono contesi dalla grande potenze dell’area, nonostante le istanze di autodeterminazione del popolo curdo, ispirate dal “Confederalismo democratico”.

I tre racconteranno quello a cui hanno assistito, descrivendo una realtà che spesso non viene raccontata con il dovuto spazio dai media mainstream, soprattutto in queste confuse fasi di tensione internazionale.