Serie b maschile

Sturla e Sestri si impongono sulle fiorentine, ma non senza rischirisultati

Gare sull'ottovolante per entrambe, ma 3 punti che arrivano. Gioisce anche la Locatelli che si prende il quinto posto. Rapallo e Albaro Nervi ko.

Campionato che parla sempre più genovese quello di Serie B di pallanuoto. Sturla infatti conferma il primo posto da imbattuta giocando non benissimo, ma in modo efficace contro una buona Firenze. Partenza ottima dei biancoverdi che vanno sul 3-0 nel primo periodo e ad inizio del secondo allungano 4-0. Poi un black – out che permette ai fiorentini di rimontare fino al 4-3 di fine quarto che si trasforma nel 4-4 di inizio terzo periodo.

Sturla e Firenze si confrontano in modo equilibrato con botta e risposta da una parte e dall’altra, ma all’ultima pausa arriva il 6-5 per i genovesi che nell’ultimo quarto tornano a proporre il proprio gioco e scappano via fino al definitivo 10-6.

Vince anche Sestri nell’altro scontro fra genovesi e fiorentine. Stavolta nella terra di Dante arriva si gioca una partita estremamente emozionante e decisa sul filo di lana, ma quanto spreca la squadra di Zonari che approccia alla perfezione la gara con un sontuoso 0-5 che forse è anche la chiave della gara. Anzi Sestri ad inizio secondo quarto sigla altre due reti, poi pensando probabilmente di avere la gara in pugno si addormenta.

Firenze inizia a recuperare già sul finire del secondo quarto con tre reti che mandano al riposo lungo su un comunque rassicurante 3-7. Al rientro in vasca Firenze morde e incredibilmente piazza un parziale di 5-1 che fa arrivare le squadre all’ultimo quarto sull’8-8. Sestri si sveglia bruscamente dai sogni e ritorna a lottare, ma le forze mancano e il rischio è grosso anche perché Firenze va sul 10-8. Poi Zonari “battezza” i suoi e chissà cosa deve aver detto da bordo vasca perché Sestri reagisce e con un filotto di tre reti porta a casa partita e posta piena.

Sestresi che ringraziano anche i cugini della Locatelli, che battendo Lerici permettono alla stessa Sestri di agganciare i levantini al terzo posto. Ma è assai difficile pensare che i ragazzi di Picasso abbiano pensato ai bincoverdi mentre lottavano nelle acque liguri contro i coriacei avversari. Fatto sta che Dainese e compagni prendono la testa della gara dal primo periodo e non la mollano più, incrementando gradualmente, ma inesorabilmente il divario. Protagonista lo stesso Dainese autore di ben sei delle 11 marcature che permettono ai genovesi di imporsi per 11-6 e salire al quinto posto.

Le note dolenti di giornata arrivano da Rapallo, anzi da Torino dove i ruentini di Casagrande giocano probabilmente la gara più brutta della stagione fin qui giocata. I torinesi si impongono per 8-2 con i rapallesi a segno solo su rigore e con la superiorità numerica. Insomma un turno nero per i  gialloblù che si sono comunque trovati di fronte una delle “grandi” del campionato.

Ancora un ko per l’Albaro Nervi che cede in casa contro Busto in una gara che poteva anche finire diversamente, ma in questo caso l’esperienza l’ha fatta da padrone. Primo quarto in equilibrio, poi i genovesi vanno avanti sul 5-2 e fra il secondo e il terzo tempo i lombardi ricuciono il distacco andando all’ultimo break sul 6-6. Nell’ultimo periodo sono gli ospiti ad essere propositivi. I nerviesi ribadiscono finché posssono, ma alla fine Busto passa di stretta misura 9-10.