Serie d

Serie D: turno negativo per le genovesirisultati

Clamoroso ko della Lavagnese ad Arma di Taggia. Il Ligorna cede al Savona, mentre il Sestri Levante rimedia la prima sconfitta in casa

Giornata nera per le genovesi impegnate in Serie D. La Lavagnese cede incredibilmente ad Arma di Taggia contro un’Argentina in cerca di punti per i playout che sino ad ora non aveva mai vinto in campionato. I bianconeri giocano probabilmente la peggiore partita dell’anno, lasciando per strada quelli che parevano tre punti quasi d’obbligo contro la peggiore difesa del campionato (ben 52 reti incassate e solo 15 fatte in 21 gare).

Dopo una prima parte di gara in cui i bianconeri tengono sterilmente la sfera, ma senza impensierire Mandelli, i taggiaschi capiscono di poter far male alla compagine levantina e iniziano a farsi vedere con folate offensive sempre più audaci finché, al 44° Vitiello (uno dei migliori) ci prova dalla media distanza, la palla sbatte sulla traversa e torna in campo dove Di Lauro è il più lesto ad arrivarci e a piazzare la zampata che serve ai rossoneri per andare in vantaggio. Nel secondo tempo l’Argentina torna in campo con molta attenzione e non rischia praticamente nulla anche perché la Lavagnese si complica la vita con l’espulsione diretta rimediata al 62° da Censini che ferma con le cattive Pierini lanciato in campo aperto. Armesi che quindi vanno in controllo e all’80° Vitiello trova il meritato gol con un tiro sottomisura dopo una mischia confusa nell’area lavagnese.

Cade anche il Ligorna che patisce una brutta sconfitta contro un Savona che appare ritrovato e che con la vittoria insidia gli stessi biancoblù in classifica. Ancora una volta per i ligornesi la trasferta si dimostra difficile con il quinto ko (sui 7 totali). I savonesi approcciano in maniera aggressiva la gara e passano dopo soli nove minuti con Bacigalupo che infila Fenderico con un bel radente preciso. Al 27° il raddoppio degli “striscioni” con Gomes che interviene prima di tutti su un cross dalla fascia e gira in porta con un bel colpo di testa. Genovesi in bambola e Savona padrone del campo e del gioco anche nel secondo tempo, tanto che al 46°, appena un minuto dal rientro in campo Gomes firma la doppietta personale con una grande azione personale che chiude virtualmente la partita.

I genovesi cercano una reazione tardiva, quando non c’è più nulla da difendere e trovano il gol con Miello che di testa rianima i suoi, ma al 67° Bacigalupo cala il poker con una gran botta in diagonale che non lascia scampo a Fenderico. Ligorna che poi cerca comunque di chiudere a testa alta trovando il 4-2 con Capotos in mischia.

Non del tutto indolore, ma messa probabilmente in preventivo la sconfitta del Sestri Levante contro l’Unione Sanremo unica finora a riuscire ad espugnare il “Sivori” che ci credeva con i tifosi come al solito colorati e vogliosi di spingere la propria squadra. I matuziani arrivano nel Levante con la consapevolezza di andare su un campo difficile, ma allo stesso tempo forti di un primato in classifica costruito con pazienza e tempo e con i gol di Lauria, decisivo anche oggi con la sua 18^ marcatura che decide la partita.

Nel primo tempo il Sanremo gioca una buona gara, mentre il Sestri si chiude lasciando l’iniziativa e le occasioni migliori agli avversari che sfiorano il gol uno Scalzi scatenato che ci prova su punizione e con un paio di interessanti azioni solitarie che si concludono con la palla fuori. La rete decisiva arriva nel secondo tempo, al 68° quando Cacciatore interviene su un calcio d’angolo, la palle sbatte sul montante e diventa comoda per Lauria da ribadire in rete. Nel finale poi l’espulsione di Orlando chiude le speranze di un Sestri che comunque cede di stretta misura alla favoritissima del campionato.

Nel prossimo turno la Lavagnese attende il Savona per uno scontro diretto importantissimo, mentre il Sestri farà visita al Viareggio. Infine il Ligorna attende lo Scandicci per cercare di ripartire.