Pizzicato

Sampierdarena, sorpreso di notte in una scuola, nascondeva a casa decine di prodotti alimentari rubati

Scappato un complice che è riuscito a far perdere le proprie tracce

Genova. La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un cittadino rumeno di 20 anni per il reato di tentato furto aggravato in concorso con un complice fuggito, denunciandolo altresì per il reato di ricettazione di numerosi generi alimentari e prodotti per la cura della persona, sequestrati nella sua abitazione.

Le volanti della Questura sono intervenute questa notte in Via dei Landi a seguito dell’attivazione dell’allarme antintrusione delle scuole Andersen e Montale. Al loro arrivo, gli agenti hanno notato due individui che scavalcavano la cancellata del complesso scolastico, per poi fuggire in direzioni opposte.

Prontamente hanno bloccato uno dei fuggiaschi, mentre il secondo è riuscito a far perdere le proprie tracce. Sul posto è intervenuto personale della Polizia Scientifica, per i rilievi del caso, nonché un responsabile della struttura scolastica, che ha accertato come un’aula fosse stata messa a soqquadro, senza tuttavia asportare alcunché.

Gli agenti si sono pertanto recati presso il domicilio del giovane fermato, un 20enne rumeno, alla ricerca di refurtiva o di elementi utili all’identificazione del complice.

Qui, occultati in alcuni mobili e borsoni, hanno rinvenuto e sequestrato numerosi prodotti alimentari (confezioni di tonno, di carne e di zafferano, bottiglie di liquori e gomme da masticare) e per la cosmesi e cura del corpo (rasoi elettrici e manuali, lamette, shampoo, profumi, ecc.) oltre a tre abiti da uomo, una calamita e una pinza multiuso utilizzabili per sganciare le placche antitaccheggio. Fissata per questa mattina la direttissima.

Più informazioni