Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, altri tre punti nel “fortino” Marassi, superata l’Udinese risultati fotogallery

Silvestre e una magia di Zapata stendono la squadra di Oddo

Genova. Una vittoria. Una partita in meno da giocare verso la fine del campionato e quel traguardo, l’Europa, che ormai è più che un sogno. La Sampdoria supera l’Udinese 2-1, con la rete degli ospiti in pieno recupero di secondo tempo, trovando la zampata vincente di colui che non ti aspetti, Silvestre, alla prima rete in blucerchiato e ritrovando colui che era stato un po’ sottotono nelle ultime partite, Duvan Zapata, rete sontuosa la sua. La Sampdoria conferma così un ruolino di marcia invidiabile in casa.

Nevica, ma l’atmosfera è calda

“Un calcio alla tv, solo io solo tu”, la Sud cita Adriano Celentano per la dichiarazione d’amore alla Sampdoria vista dal vivo, non sul divano. Oggi, nel frigo Ferraris, sotto i primi segnali del Burian (neve ghiacciata che cade soprattutto nel primo tempo, buona notizia, il campo regge bene), Giampaolo preferisce Caprari a Zapata dall’inizio, un inizio che non è per nulla favorevole ai blucerchiati, salvati prima da Viviano su destro di Jankto che al 7′ riesce a farsi mezzo campo indisturbato, poi dal palo interno colpito da Danilo.

La prima vera sortita doriana arriva al 15′ con Caprari che non sfrutta a dovere una bella sponda di Ramirez, calciando alle stelle da buona posizione.

La Samp prende campo e confeziona diverse occasioni da rete: al 21′ Quagliarella dal limite dell’area costringe Bizzarri alla parata a terra, al 26′ Ramirez tenta la cosa più difficile (girarsi e tirare pressato da tre uomini), anziché scaricare per i compagni di fronte a lui, così il suo tiro termina fuori. La classe di Quagliarella si vede anche in fase di assist: al 30′ inventa per Caprari, che non è in fuorigioco e si trova praticamente davanti a Bizzarri, ma l’attaccante doriano sbaglia incredibilmente mira e non prende neanche la porta.

Le cose potrebbero complicarsi, ma al 35′ arriva il goleador che non ti aspetti: Silvestre capitalizza al massimo un rinvio errato di Ali Adnan sugli sviluppi di un corner e con freddezza stoppa e trafigge Bizzarri per il suo primo gol in blucerchiato. La partita di Ramirez termina al 40′, quando Ramirez si accascia a terra ed è costretto a lasciare il campo al 44′ per un infortunio, lo sostituisce Alvarez. Nel mezzo l’occasione più ghiotta per gli ospiti: cross dalla sinistra di De Paul che attraversa l’area, Widmer, al volo, tutto solo, colpisce l’esterno della rete.

Zapata mette la partita in cassaforte

Nella ripresa la Sampdoria non riesce a controllare come vorrebbe. Rischia grosso al 56′ quando Fofana, dal centro dell’area di rigore, colpisce la traversa.

L’Udinese è sempre complicata da fermare quando parte in velocità. Oddo tenta la carta Maxi Lopez, ma è Giampaolo ad azzeccare il cambio: Zapata, entrato al posto di un Caprari volenteroso ma poco efficace, prende palla nella sua metà campo, fa una diagonale da centometrista per portare a spasso Fofana, arriva al vertice dell’area di rigore e con un pallonetto incredibile scavalca Bizzarri. È il 2-0 che mette il sigillo a una partita che altrimenti avrebbe potuto essere difficile da portare a casa. Sarà la tensione scaricata prima del fischio finale, saranno i 7 minuti di recupero (causati da una bandierina del calcio d’angolo da cambiare), ma i blucerchiati subiscono una rete al 95′ con il tiro di Adnan deviato in rete da Silvestre e rischiano il pareggio un minuto dopo su colpo di testa di Maxi Lopez parato a terra da Viviano.

Sampdoria-Verona 2-1

35′ Silvestre; 83′ Zapata; 50′ Adnan

Sampdoria: Viviano, Bereszynski (85′ Andersen), Silvestre, Ferrari, Murru, Barreto, Torreira, Linetty, Ramirez (44′ Alvarez), Quagliarella, Caprari (69′ Zapata).

A disposizione: Belec, Tozzo, Strinic, Praet, Regini, Capezzi, Tessiore, Kownacki.

Allenatore: Giampaolo.

Udinese: Bizzarri, Larsen, Danilo (46′ Angella), Samir, Widmer, Fofana, Balic (79′ Ingelsson), Barak, Ali Adnan, De Paul (65′ Maxi Lopez), Jankto.

A disposizione: Scuffet, Borsellini, Zampano, Nuytinck, Pontisso, Hallfredsson, Djoulou, Pezzella.

Allenatore: Oddo

Arbitro: Damato di Barletta

Ammoniti: Murru, Caprari (S); Larsen, Jankto (U)

Spettatori: 1.132 paganti, incasso lordo euro 12.837, 16.635 abbonati, rateo 168.477,44 euro.