Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Salta il Consiglio comunale, il sindaco furioso: “Assenze? Mancanza di senso civico ma non accetto strumentalizzazioni”

La seduta per approvare il bilancio è convocata d'urgenza domani alle 14

Più informazioni su

Genova. “Oggi non abbiamo potuto approvare il bilancio 2018 del Comune di Genova, il sesto comune d’Italia. Questo è accaduto a causa dell’assenza di 21 consiglieri comunali, 15 di minoranza e 5 di maggioranza (erano 7, ndr.). Ritengo le assenze dall’aula una mancanza di senso civico e di rispetto verso il consiglio comunale e i cittadini che mi auguro non si ripeta in futuro”.

Così il sindaco Marco Bucci commenta quanto accaduto questa mattina a palazzo Tursi dove l’assenza di alcuni consiglieri di maggioranza ha permesso all’opposizione di uscire dall’aula e far mancare il numero legale.

“Respingiamo ogni commento pretestuoso di chi vorrebbe strumentalizzare a fini politici quanto accaduto – afferma Bucci – e magari è tra coloro che questa mattina non si è presentato in aula. Per rimediare abbiamo chiesto che il consiglio comunale sia riconvocato d’urgenza domani”. La seduta è fissata alle 14 “per completare l’esame del bilancio e arrivare all’approvazione di un documento fondamentale per la gestione dell’amministrazione della città”, conclude il sindaco.

Tra i consiglieri che mancavano all’appello Campanella (Fratelli D’Italia), Mascia, Baroni e Grillo (Forza Italia), Remuzzi e Ariotti (Lega) e Santi (Vince Genova). Guido Grillo era assente perché si trova ricoverato in ospedale. Febbre alta anche per Luca Pirondini, capogruppo del M5S.