Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Poker al Milan, il Genoa riprende a volare in Primavera 1

Successo netto dei grifoncini di Sabatini, che segnano nel primo e nel secondo tempo e conquistano tre punti pesanti per la classifica

Genova. Pioggia sul match del weekend per il Genoa primavera, che porta però il sole nel suo campionato di Primavera 1, vincendo anche con i pari età del Milan e confermando l’ottimo momento della stagione. Ben 4-1 il risultato al termine dei novanta minuti, una quarta vittoria consecutiva che lancia i grifoncini verso la zona playoff.

Sabatini manda in campo Rollandi, Candela, Oprut, Altare, Seno, Sibilia, Karic, Bruzzo, Salcedo, Zanimacchia e Micovschi. La gara inizia con i rossoneri in avanti, quasi a dominare, ma la prima vera occasione è del Genoa: Karic piazza una palla in mezzo all’area e Micovschi calcia da posizione favorevole, ma gli risponde con un mezzo miracolo Cavaliere.

Passano un paio di minuti e il Milan risponde con Sinani, servito da Dias: il pallone esce di poco, superando Rollandi. Cinque minuti e Sinani calcia di poco sopra la traversa.

Il Genoa sblocca il risultato verso la mezz’ora, con un micidiale uno-due: Candela mette in mezzo e Zanimacchia ne approfitta. Vantaggio. Due minuti dopo Zanimacchia dal cone trova Karic al limite dell’area, che al volo rimanda in mezzo dove Salcedo di testa insacca.

Il Milan non demorde: Pobega e Dias si fanno pericolosi, ma Rollandi è guardingo. Il Genoa chiude la prima frazione in avanti, con Salcedo e Karic vicini alla terza rete.

La seconda frazione di gioco si apre con il Milan ancora in avanti: è soprattutto a Dias che i rossoneri si affidano per impensierire Rollandi, ma non riesce a passare nonostante le numerose occasioni.

Tutto si inverte al 21′, quando Salcedo lancia Micovschi sulla fascia: questi crossa e trova Zanimacchia, che manda il pallone in rete, oltre la porta difesa da un Cavaliere malamente uscito. Passano due minuti e arriva il poker: Salcedo si trova a due passi da Cavaliere e lo infila sul secondo palo: come nella prima frazione, anche nella seconda il Genoa va in rete due volte in pochi minuti.

La gara poi si addormenta: il Milan accorcia al 34′ con Tsadjout, che approfitta di un’indecisione difensiva del Genoa su un calcio di punizione. Ancora una punizione dal limite che impegna Rollandi, poi il triplice fischio e i tre punti, che pesano davvero tanto nella classifica del team di Sabatini.