Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Morì per una caduta, dopo essere essere stata schiacciata dalle porte del bus: autista a processo per omicidio colposo

I fatti risalgono al 7 novembre 2016, la donna morì dopo due settimane di agonia

Più informazioni su

Genova. Un autista quarantenne dipendente di Amt è stato rinviato a giudizio dal gup Claudio Siclari per omicidio colposo. L’autista secondo l’accusa avrebbe chiuso le porte del bus (un mezzo delle linea 14 alla fermata di Staglieno) mentre un’anziana passeggera stava ancora scendendo. I fatti risalgono al 7 novembre 2016. La donna era caduta all’indietro battendo la testa.

Lì per lì la donna sembrava essersi ripresa ed era andata comunque al cimitero sulla tomba del marito ma subito dopo aveva accusato un malore. Due settimane dopo l’anziana era deceduta a causa delle lesioni, in particolare per un’emorragia cerebrale.

L’autista, difeso dall’avvocato Luca Ciurlo, avrebbe detto invece che la donna era caduta perché era inciampata. I familiari dell’anziana che in un primo tempo si erano costituiti parte civile sono stati risarciti da Amt e sono usciti dal processo.

Il dibattimento comincerà il prossimo 11 aprile.