Freddo

Meteo, uno spiraglio di sole nel week end prima della neve. Temperature in picchiata previsioni

Oggi qualche pioggia, ma domani schiarite. Prima di un generale peggioramento atteso già da lunedì

Genova. Il mese di febbraio è iniziato con il transito di una perturbazione moderata che sospinta dai venti di libeccio ha dispensato i fenomeni sul Levante della regione ed in particolare nelle zone interne del Tigullio e dello Spezzino durante la giornata di giovedì. Sui rilievi sopra i 1400 metri si sono avute nevicate con accumuli di 20/30 cm. Il tempo sulla restante parte della regione si è mantenuto coperto e ventoso senza precipitazioni. Una perturbazione questa come molte altre a prima vista, ma che rappresenta un punto di svolta riguardo il ritorno di condizioni prettamente invernali nel corso dei prossimi giorni.

Nel corso della notte e in queste prime ore del mattino residue piogge hanno interessato l’estremo levante della regione mentre in Appennino di Levante insistono deboli nevicate sopra i 1000/1200 metri. La perturbazione va lentamente traslando verso sud-est e almeno fino al primo pomeriggio manterrà condizioni debolmente perturbate sul Levante ligure mentre aperture più generose saranno presenti a ponente già nel corso della mattinata.

Le temperature minime, registrate dalla nostra rete di monitoraggio, hanno subìto un calo più avvertibile sui rilievi, risultando comprese tra 7 e 10°C lungo la fascia costiera e tra 0 e 6°C nell’entroterra. Zero termico in montagna in diminuzione intorno ai 1000 metri con picchi minimi di temperatura di -5.3°C a ponente sulle Alpi Liguri ai 2065 metri del Rifugio La Terza e -4.5°C ai 1785 del monte Bue sull’Appennino ligure-emiliano. Un ulteriore calo delle temperature è atteso, a iniziare dai rilievi, nel corso della giornata odierna sotto lo spirare dei venti di tramontana che seguono la perturbazione.

Il weekend vedrà dunque un iniziale miglioramento nel corso della sua prima parte con la giornata di sabato soleggiata in una prima fase lungo la costa ma con condizioni ventose ad eccezione delle zone riparate dell’Imperiese. Un aumento della nuvolosità (da stampo appenninico) è atteso nella mattinata di sabato sull’Appennino di Levante con precipitazioni nevose a partire dai 800/1000 metri in calo sui versanti padani col passare delle ore.

Le temperature saranno destinate a calare stante l’arrivo di aria decisamente più fredda in discesa dal Nord Europa che tenderà a dilagare sul Mediterraneo all’inizio della prossima settimana determinando la formazione di una depressione foriera di instabilità anche sulla nostra regione sotto forma di rovesci e possibili nevicate anche a quote basse.

Più informazioni