Cinquantenne genovese muore dopo il ricovero per sospetta meningite - Genova 24
La tragedia

Cinquantenne genovese muore dopo il ricovero per sospetta meningite

I medici hanno disposto subito la profilassi del caso per i famigliari e i militi della pubblica assistenza che avevano soccorso il cinquantenne

pronto soccorso san martino

Genova. Un cinquantenne genovese è morto all’ospedale al San Martino per uno shock settico, “stadio precedente alla meningite”, come precisano dalla direzione del nosocomio genovese.

Fatale per l’uomo, R.C., residente nel quartiere di Marassi, uno choc settico che lo ha colpito poche ore dopo il ricovero d’urgenza.

In relazione alla sospetta presenza del batterio della meningite, a seguito degli esami effettuati dopo la morte, i medici hanno disposto la profilassi del caso per i famigliari e i militi della pubblica assistenza che avevano soccorso il cinquantenne.

Tre giorni fa una donna di 64 anni, genovese, era stata ricoverata per un’infezione da meningococco all’Ospedale Policlinico San Martino, confermata dall’esame colturale del sangue, dopo il primo test sul liquor risultato negativo. Lo aveva comunicato la Regione Liguria. La paziente era arrivata in pronto soccorso con febbre alta, cefalea e sintomi che hanno subito indotto i sanitari a sospettare una sepsi meningococcica. La donna era stata ricoverata in rianimazione al pronto soccorso e sottoposta alle opportune terapie.

 

 

Più informazioni
leggi anche
nuovo pronto soccorso san martino
Nuovo allarme
Sanità, ancora un caso di meningite a Genova