Campagna elettorale

Liberi e Uguali, visita al centro migranti di Coronata

Carla Nattero: "Esperienza positiva, ma dobbiamo cambiare le leggi, per riaprire i flussi regolari e per dimezzare i tempi per il riconoscimento dello status di rifugiati"

Genova. In mattinata una delegazione di Liberi e Uguali Liguria ha accompagnato la candidata capolista alla Camera per il collegio plurinominale 1 – Ponente, a visitare la più grande struttura di Genova che si occupa di accoglienza e formazione per i richiedenti asilo.

“Quella che abbiamo visto è frutto di un’esperienza positiva – ha sottolineato Carla Nattero – perché è un’esperienza che si vuole aprire all esterno con spazi e servizi per il quartiere. E poi per i ragazzi c’è un percorso preciso, diretto a dargli una possibilità di integrazione, tramite la conoscenza della lingua, avvicinamento alla professione e l’intrecciarsi di rapporti umani. Attività fondamentali per affrontare in fenomeno oramai strutturale, che va gestito con attenzione per le esigenze delle persone costrette alla migrazione, prima di tutto”.

Un sistema, quello dell’accoglienza, che è contrastato da chi alimenta le paure delle persone, per cavalcare la discriminazione a fini politici. “Queste esperienze – continua Nattero – che credo migliorino il nostro paese, hanno bisogno di un insieme di leggi che riaprano i flussi regolari e che possano dimezzare i tempi di attesa per il riconoscimento dello status di rifugiati”.

Ad accompagnare Carla Nattero, anche Bruno Pastorino e Daniela Colla, di Sinistra Italiana Genova: “Il volere dividere tra migranti economici e migranti politici è cosa assurda, e chi la sostiene vuole separare le persone, mal celando discriminazione e xenofobia, unico loro “programma” politico”.