Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Athletic Club fa un “Grosso” risultato risultati

I nerogialloverdi vincono con il Cadimare grazie a una rovesciata dell'ex portiere diventato bomber e restano primi. Vincono tutte le inseguitrici. Little Club ko e zona playoff più lontana

Che il calcio sia lo sport più amato dagli italiani e fuor di dubbio, il motivo è chiaro e lo hanno visto a La Spezia dove andava in scena il match fra Cadimare e Athletic Club Liberi. La prima della classe contro i bianconeri impegnati nella lotta per cercare di restare lontani dalla zona playout. Gara equilibrata per larghi tratti con occasione migliore per Dell’Ovo che nel primo tempo coglie un palo. Il Cadimare resta in dieci nella ripresa per il rosso a Ceradelli e al 77° accade l’impensabile: palla in area di rigore e l’attaccante dell’Athletic si esibisce in una gran rovesciata che batte l’estremo difensore Negrari. Rete decisiva anche perché la partita si chiude sullo 0-1. L’evento è il nome del marcatore, ovvero Edo Grosso, che negli ultimi 20 anni di carriera ha fatto il portiere anche in Serie D (lo scorso hanno difese la porta dello Sporting Recco). Gioia incontenibile e primato conservato per la squadra di mister Mariani.

Dietro alla capolista vincono tutte le inseguitrici e la situazione resta sostanzialmente invariata nei primi cinque posti. Il Baiardo regola 1-0 il Magra Azzurri in una gara che i neroverdi giocano all’attacco sin dall’inizio.  Il gol che decide la partita arriva al 73° con una perla di Provenzano che dal limite dell’area rientra e calcia una fiondata che supera Santini e regala i tre punti ai genovesi. Appaiati a quota 45 punti con il Baiardo troviamo il Golfo Paradiso che si impone in trasferta sull’Ortonovo, completando quindi l’en plein delle genovesi contro le spezzine.

Sotto la neve e un vento che inevitabilmente condiziona la gara, i recchelini sbloccano il parziale alla mezzora con bel gol di Busi che interviene su una punizione di Zucca in area. Palla che si infila nell’angolo lontano e spiazza il portiere. L’Ortonovo reagisce con veemenza e sfiora subito il pareggio con Lorenzini che a Cellerino battuto calcia addosso al proprio compagno Verona, sulla linea di porta. Il Golfo fatica ad uscire dalla propria area e rischia ancora al 44° quando Cucurnia si avvicina all’area e calcia: palla che colpisce la traversa e si alza.

Si va alla ripresa in cui i biancocelesti rientrano con le idee più chiare e ricominciano a macinare il proprio gioco. Al 55° con grande cinismo gli ospiti raddoppiano. Massaro va di testa sulla punizione del solito Zucca, il portiere Del Monte respinge con un colpo di reni, ma Porro è ben appostato per ribadire la sfera in rete e il Golfo mette al sicuro il vantaggio.

I padroni di casa, però non demordono e provano a rientrare in gara con Rosati che spreca un’occasione molto ghiotta a due passi da Cellerino. Al 75° Cucurnia rinnova la propria sfida con la traversa con un tiro che scheggia il montante. Un minuto dopo la partita si chiude virtualmente perché Musico entra in area di rigore, ma viene atterrato. Dal dischetto va lo stesso giocatore recchelino che non sbaglia e fa 0-3. L’Ortovero spinge ancora e cerca almeno il gol della bandiera, ma l’espulsione di Porro all’85° ridà speranze agli spezzini che mettono paura agli ospiti. Al 91° Forieri accorcia; un minuto dopo Cucurnia fa l’incredibile 2-3. Il Golfo Paradiso è in affanno e solo un grande Cellerino evita il pareggio e conserva il gol di vantaggio che consente ai biancocelesti di tornare a casa con il bottino pieno, ma quanta paura.

Basta invece una sola rete al Rivasamba per aggiudicarsi la posta piena contro il Casarza. Il marcatore è Nicolini che alla mezzora calcia sul portiere ospite Assalino che respinge, ma la sfera ritorna buona per la punta sestrina che ribadisce in rete di potenza. Gli arancioneri così restano vicini alla vetta della classifica e tengono a debita distanza il Real Fieschi che a sua volta si aggiudica tre punti battendo 2-0 il San Cipriano. Gara molto equilibrata con gli ospiti che per la verità collezionano le due migliori occasioni. Al 13° Duman incoccia la traversa, mentre al 60° è Rizqaoui che vede il proprio tiro spegnersi sul palo. Il finale è ad appannaggio dei cogornesi che al 74° la sbloccano con Gandolfo; il San Cipriano reagisce, si scopre e viene punito in ripartenza da Casella che la chiude.

Perde partita e passo il Little Club che torna sconfitto dalla trasferta di levante contro il Forza e Coraggio. Decisivo il gol su rigore di Pesare assegnato al 48° per fallo di mano di Peso. I rossoblù restano quindi attardati rispetto alla zona playoff che si allontana a 6 punti.

Situazione molto più intricata e complessa per la Goliardicapolis che patisce una sconfitta casalinga contro la Don Bosco Spezia in casa in uno scontro diretto che valeva molto nella lotta per la salvezza. Botta e risposta nel primo tempo con i padroni di casa in vantaggio al 39° con Incerti, vantaggio che dura poco perché tre minuti dopo Flagiello si inserisce su una punizione di Nicolini e pareggia i conti.

I salesiani ribaltano il punteggio nel secondo tempo con Fiocchi che al 52° da 1-2 e Bertocchi che si esibisce in una gran conclusione al primo pallone toccato. La Goliardica prova nel finale a rifarsi sotto e al 91° Sorlino sigla il 2-3. Non c’è più tempo, però e la squadra di Bollentini resta in piena zona playout.

Infine arriva l’ennesima sconfitta di misura per la Ronchese contro la Real Fiumaretta che riesce a vincere solamente grazie ad un calcio di rigore trasformato da Lombardini. Rossoblù che con un attacco più prolifico avrebbero certamente potuto fare una stagione diversa.