A.Ma, l'associazione che fa vivere il quartiere della Maddalena lancia la festa di tesseramento - Genova 24
Aperta a tutti

A.Ma, l’associazione che fa vivere il quartiere della Maddalena lancia la festa di tesseramento

Appuntamento venerdì dalle 19 al teatro Altrove

maddalena 52

Genova. Venerdì 9 febbraio dalle 19 al teatro Altrove nel sestiere della Maddalena si fa festa con A.ma, l’associazione degli abitanti della Maddalena. La festa è aperta a tutti.

“Si può rinnovare l’iscrizione all’associazione, ci si può iscrivere per la prima volta, si può fare una donazione, si può anche partecipare e non tirar fuori nemmeno una palanca – scrivono dall’associazione – l’importante è Partecipare con la presenza, un sorriso, nuove idee per la Maddalena e per Genova e, chi vuole, può portare cibo e bevande da condividere”.

A.ma è un’associazione di volontari che da 5 anni opera nel sestiere della Maddalena e nel centro storico genovese e collabora con realtà socio-culturali di tutta Genova (Casa Gavoglio Civico 41, Teatro Altrove, Associazione Culturale Matrioske di Prè, Giardini Luzzati, Cooperativa Il Laboratorio, Le parrocchie della Maddalena e delle Vigne, Gruppi scout e molti altri ancora)

Nel sestiere della Maddalena A.ma si è connotata per l’organizzazione della vivace Fiera della Maddalena, che si svolge solitamente il secondo sabato di giugno, per i Repessin, il coloratissimo mercato dell’usato usatissimo, per la collaborazione e il sostegno a vari gruppi e Civ in bandi e azioni concrete volte a migliorare la vivibilità e l’aspetto architettonico del centro storico.

Inoltre A.ma è tra le tante realtà che hanno dato vita al Cantiere della Legalità Responsabile che si è dato il compito di monitorare e, quando necessario pungolare le istituzioni, nel percorso di riuso sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata a Genova.

La sede di A.ma, in via della Maddalena 52 rosso, è diventata un punto di incontro per i cittadini della zona e per varie associazioni e soprattutto una biblioteca di quartiere, grazie alla collaborazione con la biblioteca Berio. Dopo l’aperitivo di sostegno, dalle 21,30 si balla con la musica di Osborne Cox.