La Primavera Samp perde a Bergamo (1-3), ma a testa alta - Genova 24
Giovani

La Primavera Samp perde a Bergamo (1-3), ma a testa alta

Testacoda con l'Atalanta, ma in campo non è sembrata una partita fra primi e ultimi della classe

primavera

San Paolo. Servirà un’ impresa per tornare dalla trasferta bergamasca, con dei punti in “saccoccia”, perché l’Atalanta Primavera è – per storia – uno squadrone (oltre che attualmente seconda in classifica) ed all’andata ha sbancato Bogliasco, con un sonante 4-1.

Vediamo che saprà inventarsi mister Pavan, tra l’altro privo di Krapikas, Tomic (con Giampaolo questo week end) e Balde, (squalificato), per opporsi alla formazione di Massimo Brambilla, che deve rinunciare a Modou Barrow, Filippo Melegoni e Alessandro Bastoni, convocati da Gasperini in prima squadra.

Queste, pertanto le distinte che i due tecnici consegnano all’arbitro sig. Perotti, di Legnano:

Atalanta: Carnesecchi, Zortea, Zanoni, Bolis, Alari, Del Prato, Peli, Colpani, Nivokazi,Kulusevski, Elia

A disposizione: Pavan, Carminati, Salvi, Migliorelli, Guth, Chiossi, Rizzo Pinna, Mallamo, Latte Lath, Rinaldi

Sampdoria: Piccardo, Romei, Ferrazzo,Pastor, Veips, Mikulic, Tessiore, Ejjaki, Stijepovic,Gomes Ricciulli, Cappelletti.

A disposizione: Boschini, Doda, Oliana, Cassaghi, Aramini, Perrone, Marianelli,Cabral, Curito, Vujcic, Yayi Mpie.

Al 2° bicicletta, in rovesciata, del n° 9 atalantino, Nivokazi, sopra la traversa

Al 7° un tiro/cross di Colpani scavalca Piccardo e si infila sotto la traversa…  partita subito in salita.

Al 20° tacco di Peli per Kulusevski, che impegna, da qualche metro fuori area, Piccardo in un tuffo plastico.

Partita a senso unico… al 26° ancora Kulusevski, il più intraprendente, impegna Piccardo, che devia in angolo, non facendosi sorprendere sul primo palo.

Al 27° gran colpo di reni di Piccardo, che alza sopra la traversa un’incornata di Bolis.

Assedio bergamasco alla porta blucerchiata, con Piccardo che dà ampia dimostrazione di non aver subito psicologicamente il goal “beffa”…

Al 34° occasione d’oro per la Samp, ma Carnesecchi si oppone – con la faccia – al tiro di Gomes Ricciulli, messo in solitudine, davanti a lui, da un perfetto assist di Tessiore.

Al 43° Ejjaki cerca il goal alla Quagliarella, da metà campo, ma non centra lo specchio, con Pavan che si complimenta con il grintoso centrocampista italo-marocchino.

Le squadre raggiungono gli spogliatoi per l’intervallo, dopo un quarto d’ora finale, in cui la Samp ha tirato fuori la testa, giocando alla pari dell’Atalanta.

Si riprende, con un’incursione di Peli, che – dal lungolinea di fondo – centra il palo, con Piccardo, comunque sulla traiettoria.

Al 49° occasione colossale per Elia, che si fa chiudere lo specchio, da un ottimo Piccardo.

Al 52° ingenuo intervento di Ferrazzo, che atterra Kulusevski in area… rigore, che Nivokazi realizza, spiazzando Piccardo.

Al 55° Zanoni imita il collega n° 3 della Samp ed atterra, sempre in area, Cappelletti,restituendo la cortesia; penalty anche per il Doria, che Ejjaki mette dentro, scheggiando la traversa.

Al 59° Stijepovic mette in mezzo una bella palla per Gomes Ricciulli, che però viene murato… la Samp ci crede.

Al 61° giallo a Ferrazzo, per un fallo nella trequarti avversaria.

Al 62° entra Latte Lath, per Nivokazi e subito ci prova ancora Ejjaki, da lontano, dopo un ottimo  spunto.

Al 63° brutto fallo, su Pastor, di Bolis, che si prende l’ammonizione pure lui.

Al 66° Stijepovic dà saggio di forza e classe ed in tandem con Ferrazzi, ottiene un angolo, ma – sul capovolgimento di fronte – va via Kulusevski, la cui conclusione, pur superando Piccardo, si infrange sul palo opposto.

L’Atalanta prova a chiuderla, ma la Samp ribatte colpo su colpo.

Al 71° esce per crampi Cappelletti ed entra il 2001 Yayi Mpie (già 9 goal con gli Allievi).

Al 73° bravo Piccardo, ad uscire sui piedi di Latte Lath.

E mentre la Samp schiaccia sull’acceleratore, alla ricerca del pareggio, Elia si trova un’altra volta solo davanti a Piccardo, su assist di Latte Lath, ma il portiere della Samp si merita la palma di migliore in campo, con una grande parata… anche se, dopo un minuto,  non può opporsi al micidiale tiro a giro di Kulusevski, liberatosi di Ferrazzo, sullo spigolo d’area.

All’80° esce Peli ed entra Mallamo, nell’Atalanta, mentre Cabral dà il cambio ad uno stremato Ejjaki.

All’83° fuori Bolis per Chiossi.

Al 92° buona giocata dell’attacco doriano, ma la conclusione di Gomes Ricciulli si schianta sulla traversa.

Vince l’Atalanta 3-1, che torna in vetta alla classifica, sfruttando la sconfitta dell’Inter col Chievo, ma oggi non è sembrata una sfida fra primi ed ultimi della classe…

Fra i bergamaschi sono parecchi i giocatori, per i quali si può pronosticare una bella carriera, ma pure nella Samp ci sono prospetti interessanti… e se dovessimo scommettere un penny su un nome, faremmo quello del neo acquisto montenegrino Ognjen Stijepović, anche se oggi non ha avuto modo di brillare particolarmente (meglio Gomes Ricciulli), ma la stoffa c’è… e si vede.

leggi anche
simone pavan
Trasferta difficile
Sampdoria, la Primavera di Pavan va a Bergamo