Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Lavagnese prosegue la lotta per il terzo posto. Al Molassana il derby della Valbisagno risultati

Le bianconere proseguono il testa a testa con la Novese. Molassana in ripresa, Amicizia Lagaccio in difficoltà

Momento importante della stagione di Serie B femminile con il campionato che entra sempre più nel vivo con la Florentia che viaggia a vele spiegate verso la promozione, mentre l’Arezzo sembra poter quanto meno difendere il secondo posto. La lotta è invece serrata fra Lavagnese e Novese appaiate a 43 punti al terzo posto.

Entrambe non mollano la presa sull’ultima posizione disponibile per poter restare nella nuova Serie B che si concretizzerà nella prossima stagione. Una settimana strana peraltro questa che ha visto scendere in campo alcune squadre fra le quali due genovesi di cui si parlerà in seguito. Le bianconere invece non lo hanno dovuto fare, rimandando il proprio impegno contro il derelitto Luserna al 4 marzo. Domenica invece a Saluzzo è arrivata una vittoria rotonda che ha evidenziato le grandi differenze tecniche fra le due squadre in campo.

Partita che non ha sostanzialmente storia con Cafferata ancora in gol imitata anche Cama che con un doppietta ha messo al sicuro il risultato, e Giuffra che la chiude 0-4. Lavagnese vittoriosa per la quarta partita di fila e che arrivano al riposo in una situazione ideale per ricominciare dal recupero con il Romagnano e proseguire la corsa per il terzo posto.

Momento piuttosto difficile invece per l’Amicizia Lagaccio che dopo un ottimo gennaio dove erano arrivate quattro vittorie in altrettante gare, nel difficile campo “Girardengo” di Novi Ligure non riescono a fermare una delle squadre più in forma del campionato nonostante le difficoltà interne alla società (due giocatrici sono comunque ritornate in rosa).  Non stanno molto meglio le verdiblù, che annoverano anch’esse diverse infortunate.

La gara è difficile da subito per le genovesi che vanno sotto al 6° per un colpo di testa di Rigolino. Le lagaccine subiscono le manovre attente e pazienti delle piemontesi e patiscono la rete subita rischiando di incassare poco dopo il raddoppio su tiro insidioso di Accoliti. La rete biancoceleste comunque è solo rimandata perché all’11° arriva la doppietta di Rigolino implacabile di testa su punizione dalla trequarti. Bell’incornata che si infila sotto l’incrocio, ma responsabilità evidente della difesa verdeblù.

A questo punto il Lagaccio prova a rialzare la testa e si getta all’attacco passando praticamente al primo, vero affondo. Al 15° infatti Del Francia si esibisce in una discesa fino nell’area novese e pesca l’angolino lontano dove il portiere non può arrivare. Partita riaperta e anche la gara si riequilibra con le ospiti che spingono e mettono in difficoltà le novesi e sfiorano il pareggio con Boggero che manda di poco sulla traversa. Al 36° la Novese cala il tris con Levis che riceve in area dopo uno sfortunato rimpallo e da ottima posizione lascia partire una staffilata che si infila sotto la traversa. 3-1 e le padrone di casa conducono bene fino al riposo la gara.

Nel secondo tempo le genovesi sono attese alla reazione, che arriva su un calcio di punizione di Bracci che sfiora l’incrocio. Dopo una ventina di minuti, però il furore agonistico delle verdiblù cala e le locali possono riprende il possesso del campo. Nel finale arriverà il 3-2 firmato da Pesce che pochi passi dentro l’area batte Bandini. Nel  recupero non riesce ad incidere e la gara va in archivio sul 3-2.

Doppio impegno settimanale invece per le pantere del Molassana Boero che mercoledì hanno dovuto cedere in casa per 2-3 contro la seconda della classe Arezzo. Passate in vantaggio con Poletto le rossoazzurre vengono raggiunte da Carta e superate dal gol di Moscia. Nel secondo tempo Tolomeo lascia in dieci le sue compagne che comunque pareggiano all’87° con Pozzo. Gara che pare chiusa sul pari, invece le granata trovano il guozzo finale e Binazzi beffa il Molassana proprio nel recupero.

La rabbia agonistica è uscita tutta nel derby di domenica contro il Ligorna. Le biancoblù ritrovano il gol di Fracas che al 40° fa 1-0. Vantaggio durato poco visto che tre minuti dopo papera del portiere locale e Calcagno ringrazia infilando la porta ligornese. Nella ripresa il Molassana ne ha di più e si vede soprattutto negli scontri in mezzo al campo e sui duelli aerei. Proprio da qui arriva la vittoria delle pantere che ancora con Calcagno passano a condurre al 70°: preciso il suo colpo di testa sul quale nulla può il portiere. Al 92° poi la bomber rossoazzurra cala la tripletta che chiude i conti e regala tre punti al Molassana.

Il Ligorna invece fa un passo indietro dopo la bella vittoria esterna del mercoledì per 1-3 contro il Pisa fanalino di coda. Simosis e la doppietta di Fracas (che pare stia ritornando finalmente sui livelli dello scorso anno), permettono alle biancoblù di vincere, anche se con la sconfitta nel derby, la rincorsa al quinto posto, occupato dalla Juventus si complica molto.

Ora per tutti pausa che servirà certamente a ricaricare le pile poi alcune squadre ritorneranno in campo il 4 marzo, in particolare, come detto la Lavagnese con il Luserna e l’Amicizia Lagaccio con il Romagnano.