Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Hitchcock al Teatro Altrove. Un mese di cinema in pellicola dedicato al maestro inglese

Con Hitch, questo il nome della rassegna, la possibilità di vedere alcuni capolavori del maestro nel formato in cui furono girati e pensati

Genova. “C’è qualcosa di più importante della logica: è l’immaginazione”. Parola di Alfred Hitchcock. A partire dal prossimo 19 Febbraio l’Altrove – Teatro della Maddalena rende omaggio al padre della suspense al cinema attraverso dieci film – provenienti dalle maggiori cineteche italiane – che ripercorreranno le tappe della sua filmografia degli anni ‘40 e ’50.

Con Hitch, questo il nome della rassegna, l’occasione sarà ghiotta per rivedere (o vedere per la prima volta) alcuni capolavori del maestro nel formato in cui furono girati e pensati. La visione delle opere cinematografiche in pellicola è una consuetudine che l’Altrove ha scelto di perseguire perché – al pari di un’opera pittorica – costituisce la modalità di fruizione più adeguata alle scelte fatte dall’autore.

Hitchcock ha rappresentato per la storia del cinema tutto e il contrario di tutto: per molti è stato il rappresentante del cinema commerciale, per altri (i giovani critici dei Cahiers du Cinéma, ad esempio) l’emblema stesso del cinema d’autore. I film proposti appartengono al periodo che va dal 1941 de Il Sospetto al 1956 di Vertigo – La donna che visse due volte (entrambi i film in programmazione lunedì 19 Febbraio), passando per alcuni capolavori del cinema hitchcockiano come La finestra sul cortile (26 Febbraio), Nodo alla gola (5 Marzo) e L’uomo che sapeva troppo (12 Marzo). Il ciclo si chiuderà con un omaggio a Otto Preminger (19 Marzo) e al capolavoro Anatomia di un delitto, sarà proposto in pellicola 35mm e in lingua originale (con sottotitoli in italiano).

La programmazione cinematografica dell’Altrove – a cura di Laboratorio Probabile Bellamy – non finisce qui: venerdì 23 febbraio alle 21 si terrà la presentazione del documentario La lunga resistenza 1936-1945, di Italo Poma e Luciano d’Onofrio. I registi, presenti in sala, presenteranno una selezione degli oltre 220 minuti di filmati e interviste da loro raccolti che tracciano la storia dei 5.000 italiani accorsi a difendere la Repubblica Spagnola dal Nazifascismo, poi finiti a combattere nella Resistenza. La proiezione sarà accompagnata dal concerto del trio La Desbandà che ha raccolto nel CD “Al pueblo y a la flor” le canzoni cantate dai combattenti della Guerra Civile.
Sabato 24 Febbraio torna la fortunata formula del cineconcerto con una serata dedicata a due grandi scrittori prestati alla regia: Samuel Beckett e Jean Genet, qui autori degli sconvolgenti mediometraggi Film (1964, diretto da Beckett con Buster Keaton) e Un Chant d’Amour (1950, diretto da Genet e censurato dalla critica di allora). Entrambi i film saranno sonorizzati dal vivo dal Collettivo Wurtz, già artefice di fortunate colonne sonore in presa diretta. Sul palco Tommaso Rolando, Alessandro Bacher, Rocco Spigno e Agostino Macor.

Di seguito i titoli della rassegna:
LUN 19 FEBBRAIO
18.30 > IL SOSPETTO (1941)
21.15 > VERTIGO (1958)

LUN 26 FEBBRAIO
18.30 > IL LADRO (1956)
21.15 > LA FINESTRA SUL CORTILE (1954)

LUN 5 MARZO
18.30 > L’OMBRA DEL DUBBIO (1943)
21.15 > NODA ALLA GOLA (1948)

LUN 12 MARZO
18.30 > IL DELITTO PERFETTO (1954)
21.15 > L’UOMO CHE SAPEVA TROPPO (1956)

LUN 19 MARZO OMAGGIO A OTTO PREMINGER
18.30 > L’UOMO DAL BRACCIO D’ORO (1955)
21.15 > ANATOMIA DI UN DELITTO (1959)

EVENTI COLLATERALI
SAB 24 FEBBRAIO/ CINECONCERTO DEL COLLETTIVO WURTZ
17.30 > NOT FILM di Ross Lipman
21.30 > FILM di S. Beckett e UN CHANT D’AMOUR di J. Genet