Il Genoa sbanca l'Olimpico: l'ex Pandev e Laxalt piegano la Lazio - Genova 24
Rossoblù corsari

Il Genoa sbanca l’Olimpico: l’ex Pandev e Laxalt piegano la Laziorisultati

Tutto nel secondo tempo. Alla rete del macedone risponde Parolo, poi l'uruguaiano segna per due volte: la prima è annullata dal Var, la seconda è quella buona

Genoa Vs Udinese Serie A 22° Giornata

Genova. Il Genoa riscatta la sconfitta dell’andata e restituisce lo sgarbo alla Lazio, espugnando l’Olimpico. I rossoblù si sono imposti per 2 a 1, centrando la sesta vittoria in campionato.

Dopo un primo tempo scialbo, la ripresa ha visto la Lazio cercare di scardinare la difesa genoana. Ma sono stati i Grifoni a passare in vantaggio con Pandev, cui ha risposto pochi minuti dopo Parolo. I rossoblù, più brillanti rispetto ai laziali, sono tornati a condurre con una rete di Laxalt, ma è stata annullata dal Var. Lo stesso Laxalt non si è dato per vinto e nel primo minuto di recupero ha realizzato il 2 a 1, questa volta regolare.

La partita. Simone Inzaghi schiera un 3-5-1-1 con Strakosha; Caceres, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Murgia, Lukaku; Luis Alberto; Immobile.

In panchina siedono Guerrieri, Vargic, Patric, Luiz Felipe, Bastos, Wallace, Basta, Miceli, Neto, Felipe Anderson, Nani, Caicedo.

Davide Ballardini risponde con un 3-5-2 con Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic; Pedro Pereira, Rigoni, Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Pandev, Galabinov.

Le riserve sono Lamanna, Zima, Gentiletti, Migliore, Pereira, Bessa, Cofie, Omeonga, Lazovic, Lapadula, Medeiros.

Arbitra Fabio Maresca della sezione di Napoli con l’assistenza di Rodolfo Di Vuolo (Castellammare di Stabia) e Luca Mondin (Treviso). Quarto ufficiale Aleandro Di Paolo (Avezzano). Al Var Marco Guida (Torre Annunziata), Filippo Valeriani (Ravenna) all’Avar.

La temperatura si aggira sui 9 gradi. Si gioca davanti a circa ventisettemila spettatori, tra i quali un’ottantina di tifosi ospiti. Laziali con la consueta divisa biancoceleste; Grifoni in maglia blu con pantaloncini e calzettoni rossi.

La Lazio attacca sin dai primi minuti. Al 4° una prolungata azione porta al tiro di Lukaku: al suo esterno si oppone Zukanovic.

Prima sortita offensiva dei rossoblù al 7°: sponda di Galabinov, girata col destro di Pandev e Strakosha blocca la sfera.

Al 9° Lukaku mette in mezzo dalla sinistra, Luis Alberto calcia di prima intenzione e spara alto. All’11° ancora Lukaku dalla sinistra: cross, in area Parolo di testa impatta ma manda ampiamente fuori.

La Lazio prova ad aumentare la pressione, il Genoa deve difendere. Al 14° Parolo tocca per De Vrij: il suo destro è ribattuto. Al 20° cross di Caceres, in area ancora Parolo di testa: alto sopra la traversa.

Il Genoa riesce a rialzare il baricentro: si gioca prevalentemente tra le due trequarti di campo. Entrambe le difese sono ben sistemate ed attente; per gli attacchi non c’è spazio, così al 25° Hiljemark prova il destro da fuori area ma manda alto.

Al 27° Laxalt guadagna il primo angolo della partita. Il corner battuto da Hiljemark viene allontanato dalla retroguardia laziale.

Al 30° Immobile passa a Murgia che fa partire una rasoiata col destro: Perin blocca a terra.

Ogni tentativo di mettere palloni in area viene respinto da ambo le parti. Bisogna attendere il 37° per una nuova conclusione: la effettua Luis Alberto da fuori area, palla a lato.

Al 40° una ripartenza del Genoa vede Pandev servire Laxalt: il suo diagonale di sinistro è bloccato dal portiere locale.

Al 41° va ancora al tiro Luis Alberto dalla distanza: blocca Perin. Al 42° Bertolacci si oppone ad un destro da fuori area di Immobile.

Non si recupera nemmeno un secondo: risultato a reti inviolate a metà partita.

Il secondo tempo comincia con gli stessi ventidue in campo. Subito Lazio all’attacco: sponda di petto di Marusic, girata di Immobile respinta dalla difesa genoana. Angolo: lo calcia Luis Alberto, testa di De Vrij, ci prova ancora Immobile ma viene nuovamente murato.

Al 4° Genoa all’attacco: conclusione di Pandev da fuori area, De Vrij si immola e respinge.

Lazio pericolosa all’8°: Luis Alberto tocca per Leiva, il suo destro dal limite viene deviato da Rossettini ed esce di un soffio. Dalla bandierina va Luis Alberto: palla in area, testa di Leiva e palla alta sopra la traversa.

In un secondo tempo che ha visto la Lazio premere con insistenza, il Genoa al 10° alleggerisce la pressione avversaria e si spinge all’attacco. Contropiede, sponda di Galabinov in area per Pandev che riceve e col destro batte Strakosha. Il gol dell’ex, ed è 1 a 0 per il Genoa.

Al 12° cross di Lukaku dalla sinistra, testa di Parolo: alto. La Lazio si scopre e il Genoa non sfrutta un’altra ripartenza.

Al 14° la Lazio ristabilisce la parità: cross dalla destra di Caceres, tocco con l’esterno di Parolo che infila il pallone alla destra di Perin, dove non può arrivare.

Al 18° Immobile dalla destra passa a Luis Alberto che arriva a rimorchio: tiro altissimo. Poco dopo Perin interviene in presa alta su un cross di Marusic.

Al 20° fa il suo ingresso Medeiros, al posto di Rigoni. Inzaghi aumenta il potenziale offensivo della sua squadra: al 25° entrano Felipe Anderson e Nani, escono Marusic e Murgia.

Per lunghi minuti è la Lazio a fare il gioco, ma cross e tentativi di conclusione vengono sventati dai rossoblù.

Al 32° il computo dei corner diventa otto a uno per i biancocelesti, ma Perin non corre rischi. Al 34° Lukaku serve Luis Alberto che calcia di destro: para Perin.

Al 35° il Genoa si illude. Lancio lungo dalla difesa, Laxalt vince un contrasto con Caceres e con il sinistro insacca. I Grifoni esultano, sembra fatta. Gli addetti al Var, però, richiamano Maresca che annulla il gol per un tocco di mano di Laxalt in occasione del controllo.

Al 38° un cambio per parte: Patric per Lukaku tra i locali, Lazovic per Pedro Pereira tra gli ospiti.

Al 40° Lazio vicina al gol: Nani verticalizza per Immobile, il suo diagonale col destro è bloccato in due tempi da Perin.

Al 42° esce Pandev, tra i fischi dei suoi ex tifosi; entra Bessa.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Nel primo di questi, il Genoa colpisce: cross dalla destra di Hiljemark, in area Laxalt di testa precede Patric e insacca.

Al 48°, su un cross di Medeiros, Galabinov sfiora l’impatto in area di testa. Al 49° il primo cartellino giallo della partita: ne fa le spese Rossettini.

Finisce 2 a 1 per il Genoa, che così in classifica affianca il Cagliari in tredicesima posizione, allontanandosi ulteriormente dalle zone pericolose.