Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, Alfredo Aglietti: “Ai punti nel calcio non si vince, bisogna segnare e non ci siamo riusciti” risultati fotogallery

Il centrocampista Marco Crimi: "C'è rammarico perché potevamo portare tutta la posta in palio a casa"

Chiavari. Undicesimo pareggio stagionale per la Virtus Entella, che impattando 0 a 0 a Carpi stacca il Cesena e si isola in diciottesima posizione.

Alfredo Aglietti commenta: “Le occasioni migliori sono state le nostre, come la gestione di tutta la partita; abbiamo tenuto quasi sempre noi il pallino del gioco in mano. Purtroppo ai punti nel calcio non si vince, bisogna segnare, non ci siamo riusciti. Però a livello di prestazione, di personalità e di crescita ho visto una prestazione importante. Bisogna continuare su questa strada, però avere anche un po’ più di un pizzico di cattiveria in più negli ultimi venti metri perché lì ci arriviamo anche bene però poi ci manca il guizzo. Resta un po’ di rammarico perché con una prestazione così bisognerebbe portare a casa tre punti“.

“Loro con due attaccanti forti come Melchiorri e Mbakogu – prosegue – c’è da stare sempre concentrati e attenti e lo abbiamo fatto. Avevamo lavorato molto su quelle che erano le sviluppa il Carpi soprattutto nella fase di transizione: quando si perde palla loro cercano subito queste verticalizzazioni, però i tre dietro sono stati molto bravi e attenti, hanno concesso quasi zero a due attaccanti molto bravi. Avanti così, perché abbiamo trovato anche una solidità, da tre partite non stiamo prendendo gol. Bisognerebbe fare qualche golletto in più”.

“Avevo visto la partita di Foggia e il Foggia aveva giocato come noi, col 3-5-2, quindi mi immaginavo che saremmo riusciti a palleggiare con i tre dietro più Acampora abbastanza facilmente perché comunque le punte lavorano per la ripartenza, ti lasciano giocare, si abbassano e non fanno molto pressing. Però d’altra parte, poi – conclude l’allenatore – sulle situazioni di tiro da fuori, un po’ più di incisività non sarebbe guastata“.

Il centrocampista Marco Crimi afferma: “Oggi era importante fare risultato, perché il campo è difficile qui a Carpi. Per noi era importante dare continuità alle due partite precedenti. Sicuramente c’è qualche rammarico perché potevamo portare tutta la posta in palio a casa, però va bene così. L’abbiamo preparata molto bene durante la settimana, abbiamo provato a uscire e giocare da dietro e la maggior parte delle cose che abbiamo provato ci sono riuscite, quindi vuol dire che lavorando si ottengono risultati“.

Crimi ha fatto due mezze stagioni al Carpi. “Qui stavo molto bene. Con la città, coi tifosi, coi miei ex compagni sono stato benissimo, ho un bel ricordo. È sempre la solita squadra rognosa che combatte su ogni pallone e non molla mai: questa è la caratteristica principale. Noi abbiamo passato un periodo dove non riuscivamo ad esprimere il nostro gioco né tanto meno ad entrare con la testa giusta. Abbiamo lavorato sui nostri errori – conclude – e adesso stiamo riprendendo piede, però dobbiamo essere un po’ più cinici e cattivi sotto porta“.