Corteo antifascista, partenza alle 16e30: tra via Montevideo e piazza Alimonda blindati e "alari" - Genova 24
Tra poco

Corteo antifascista, partenza alle 16e30: tra via Montevideo e piazza Alimonda blindati e “alari”

Oltre 400 tra poliziotti e carabinieri. Almeno 3 mila manifestanti previsti. Preoccupa la concomitanza con Samp - Torino

corteo antifascista 3 febbraio

Genova. La comunicazione di preavviso del corteo alla Questura, seppur stringata, è arrivata ieri: partenza da piazza De Ferrari, arrivo in piazza Alimonda e poi rientro in corteo a De Ferrari. Dove, d’altronde, già dalle 14 si trovavano giù un migliaio di persone.

Un elemento che a 24 ore dalla manifestazione antifascista convocata per oggi pomeriggio (alle 15 il concentramento, con partenza intorno alle 16e30) suona come un segnale distensivo anche perché il percorso, seppur non comunicato ufficialmente, è noto: il corteo attraverserà da via Roma, piazza Corvetto, scenderà da via Serra passando davanti alla sede di Lealtà Azione, poi da Brignole il percorso dovrebbe comprendere via Invrea, piazza Alimonda, via Caffa, piazza Tommaseo.

Da lì la scelta è quella di risalire per corso Buenos Aires e tornare in piazza De Ferrari. Sarà un corteo protetto da un servizio d’ordine interno coordinato da Genova antifascista e che vedrà in piazza probabilmente oltre 3 mila partecipanti. Ci saranno i genovesi comuni, lo spezzone dei centri sociali, le associazioni, i partiti di sinistra ma anche due-trecento manifestanti che arriveranno da Roma, Modena, Torino, Milano, Bologna e Pisa.

Ciò che al momento preoccupa maggiormente la Questura che, anche a causa della concomitanza con la partita Sampdoria-Torino, schiererà almeno 400 uomini tra poliziotti e carabinieri è un eventuale tentativo di qualche gruppo di forzare il blocco della polizia da piazza Alimonda o da piazza Tommaseo con l’obiettivo di arrivare alla sede di Casapound in via Montevideo.

Per questo la decisione nell’ultimo tavolo tecnico di oggi è stata quella di chiudere gli accessi con gli “alari” speciali barriere mobili simili a quelle utilizzate al G8 di Genova e che vennero rispolverate lo scorso anno in occasione del convegno dei movimenti europei di ultradestra nella sede di Forza Nuova a Sturla.

leggi anche
corteo antifascista 3 febbraio
Il racconto
Corteo antifascista, 5000 in piazza. Manifestazione pacifica, scongiurati scontri con gruppi di ultradestra