Il futuro

Trasporti, Bucci: “Entro il 2028 tutta la città metropolitana con bus senza combustibile”

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. “La Cina, che ha avuto enormi problemi di inquinamento, è riuscita a riportare il cielo azzurro a Pechino”. Il Sindaco di Genova parte da questo modello, lo smog cinese, ovviamente, non è equiparabile con quello di Genova, per spiegare le linee guida che porteranno Genova, e la città metropolitana ad avere il trasporto pubblico basato su mezzi senza combustibile.

“Stiamo lavorando su questo progetto per arrivare a questo risultato tra il 2025 e il 2028”. Il passaggio, comunque, sarà graduale e partirà dal centro di Genova per il quale la ricetta sembra essere quella di un potenziamento della linea sotterranea”, aggiunge Bucci.

“Penso che la metropolitana di oggi sia sottoutilizzata – conclude il sindaco – Servono più mezzi che permettano di limitare i tempi di attesa e un prolungamento degli orari, anche perché è ovvio che non dovrebbe chiudere alle 21, e stiamo cercando di gestire il sistema per raggiungere l’obiettivo. Con questi accorgimenti la Metro diventerebbe il mezzo privilegiato con il quale muoversi in centro. Anche io, in passato, ero restio a usarla, anche per i tempi di attesa. Se mettiamo investimenti su questa linea e, in superficie, mettiamo solo mezzi elettrici, otteniamo il risultato di avere tutto il centro di Genova privo di mezzi a combustione per il trasporto pubblico in breve tempo”.

leggi anche
Bruco, il degrado del fratello minore
La novità
Genova sale sul bus elettrico, abbiamo provato per voi il primo bus sperimentale
autobus atp ecobus
Innovazione
Svolta “green” per Atp, presentati i nuovi ecobus