Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scrutatori ai seggi, M5S: “Bucci faccia chiarezza sul metodo di assegnazione”

La richiesta: venga ristabilito un criterio di casualità mediante sorteggio

Genova. M5S porta subito in primo piano la questione della scelta degli scrutatori ai seggi per le prossime elezioni.

“Oggi abbiamo denunciato con forza  la nostra preoccupazione in Consiglio Comunale  sul regolamento  riguardante l’assegnazione degli scrutatori ai seggi per lo spoglio delle votazioni politiche che prevede  la distribuzione degli scrutatori stessi,  nei 635 seggi di Genova,  non mediante il sorteggio, ma piuttosto tramite assegnazione diretta da parte delle forze politiche stesse –  dice Stefano Giordano, consigliere comunale del M5S – Per la precisione il 50% degli scrutatori viene assegnato dalla maggioranza, il 25% dall’Assessore dei Servizi Civici (quindi sempre dalla maggioranza) e per il restante 25% dalla minoranza”.

“Abbiamo chiesto immediatamente una commissione urgente per cambiare questo regolamento assurdo. -continua Luca Pirondini capogruppo del M5S in Comune – Come MoVimento 5 Stelle rinunceremo in ogni caso alla nostra “quota” di assegnazione e chiediamo che venga ristabilito un criterio di casualità mediante sorteggio. Chiediamo che il Sindaco Bucci si comporti da Sindaco di tutti i cittadini e garantisca quindi la neutralità nella scelta degli scrutatori. Non solo, chiederemo  altresì che, a fronte delle oltre 20.000 domande pergiunte,  venga data anche la precedenza,  come accade ad esempio in diversi Comuni come Livorno o Torino, alle richieste di coloro che  risultino essere disoccupati e iscritti al centro dell’impiego, garantendo così loro  un piccolo contributo economico”.