Sampierdarena, parcheggi e sicurezza le priorità del nuovo Civ Rolandone - Genova 24
Commercio

Sampierdarena, parcheggi e sicurezza le priorità del nuovo Civ Rolandone

Sarà ospitato all'istituto Don Bosco, si è costituito dopo un anno di sperimentazione

civ rolandone

Genova. Dopo un anno e mezzo di sperimentazione, ieri, 25 gennaio, alla presenza dell’assessore comunale al Commercio Paola Bordilli, si è costituito ufficialmente a Sampierdarena il Civ Rolandone, presieduto da Maurizio Catena e già forte di un’ottantina di associati.

Da oltre dieci anni alla guida dell’azienda di famiglia, la “Pasta Fresca Assirelli”, Catena ha alle spalle anche una lunga esperienza come imprenditore nel settore informatico. “Essere chiamato a presiedere il Civ Rolandone è una sfida che raccolgo con entusiasmo, confidando anche sul nuovo clima di ascolto e collaborazione con Comune e Regione dal quale, sono convinto, Sampierdarena e l’intera città non potranno che trarre giovamento”, ha detto.

Tanti i progetti sul tavolo del nuovo Civ, che sarà ospitato dall’Istituto Don Bosco il quale sarà anche partner attivo nell’organizzazione delle future manifestazioni. «Eventi che – precisa Catena – riguarderanno tutta via Rolando e le zone limitrofe, al fine di coinvolgere quante più attività e cittadini possibili». Ma al di là delle iniziative alle quali si sta già lavorando – dai mercatini alle feste tradizionali e a tema – sono due i punti che più premono al neoeletto presidente Catena: la realizzazione dell’agognato parcheggio atteso da quando, nel 2003, venne pedonalizzata parte di via Rolando; e l’adozione di misure coordinate con il Comune e le forze dell’ordine al fine di migliorare la sicurezza, la pulizia ed il decoro del quartiere.

Il Civ Rolandone si candida anche a prendere in carico la gestione del parcheggio, con la proposta di praticare delle tariffe speciali per i clienti delle nostre attività.

“Se vogliamo che sempre più persone vivano e vengano a Sampierdarena – prosegue il presidente del Civ – oltre al parcheggio servono però misure a 360 gradi volte al miglioramento della qualità di vita e degli standard di sicurezza. Ed ecco perché solleciteremo l’installazione di telecamere funzionanti 24 ore al giorno tanto in via Rolando come nelle strade limitrofe, auspicando infine un intensificarsi dei controlli da parte delle forze di polizia, a tutela dell’ordine pubblico e del rispetto delle licenze commerciali e di tutte le norme in materia lavorativa”.