Mercato blucerchiato

Sampdoria, si parla di Filip Bradarić e Carlos Badal, ma anche di Lorenzo Dickmann

Zibì Boniek smentisce la voce Jaroslaw Jach, mentre è fatta per Filip Đuričić al Benevento

Genova. Smentite e contro smentite, è la legge di “radiomercato”…

Ieri, è sceso in campo anche Zbigniew Boniek a definire un’assurdità, la voce di un passaggio alla Sampdoria di Jaroslaw Jach e se lo dice Zibì, che della Federazione polacca è il presidente, possiamo crederci.

Più probabile, dunque, che il difensore polacco possa andare, in Bundesliga, a giocare con l’Ingolstadt.

Fumata bianca, invece, per Filip Đuričić, al Benevento, visto che i sanniti non si sono dati per vinti ed il trequartista serbo, passate le visite mediche di rito, ha raggiunto la città campana, andando ad aumentare il tasso tecnico di una squadra, che proverà fino all’ultimo di raggiungere una salvezza, che avrebbe del miracoloso.

Continuando sull’argomento alleggerimento della rosa, cambio di rotta per Dávid Ivan, non più Entella, bensì Pro Vercelli.

La Samp ha infatti ufficializzato, sul proprio sito, la cessione dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore slovacco alla società piemontese, a titolo temporaneo, con diritto di opzione e contro-opzione, mentre è solo una voce la possibilità di un trasferimento di Leonardo Capezzi a Bari.

E Dodô? Ogni giorno una pista nuova… le ultime portano ad est: in Russia, al CSKA Mosca, oppure in Cima, allo Jangsu.

Complice l’esplosione di Bartosz Bereszyński, anche gli spazi, da titolare, per Jacopo Sala, si sono alquanto ridotti, invogliando i suoi estimatori a cercare di convincerlo a cambiare aria. Dopo Stefano Pioli (Fiorentina), anche Giuseppe Iachini deve aver fatto un pensierino sull’ex Amburgo e Verona, visto che circola in rete la voce di un interesse, nei suoi confronti, del Sassuolo, che ha appena lasciato partire (per Parma) Marcello Gazzola.

Intanto, Domenico Cuomo, appena rientrato dal Monopoli, è stato girato (in prestito con riscatto e controriscatto) alla Spal, mentre arriva pure la comunicazione ufficiale del passaggio (sempre in prestito) di Cristian Hadžiosmanović, dal Livorno alla Reggina.

Ed anche l’altro giovane in prestito al Livorno, in questa prima parte di Campionato, il venezuelano Andrés Ponce, sta per trovare sistemazione, sempre in Serie C, al FeralpiSalò, in compagnia di Michele Rocca.

Fatta la cronistoria delle voci in uscita, passiamo a quelle “in entrata”.

Dal nulla, ecco spuntare un nome nuovo per la difesa, lo spagnolo Carlos Badal, che – stando al suo agente Eric Spranger – sarebbe nel mirino di Sampdoria e AZ Alkmaar. Si tratta di un difensore centrale, classe ’99, che gioca nel Valencia B, probabilmente scovato da Riccardo Pecini sui campi “valenciani”.

Se son rose, fioriranno… e stiamo parlando di un altro giocatore, scoperto dallo ‘scouting’ blucerchiato, nel Rijeka (Fiume). E’ Filip Bradarić, un centrocampista del 1992, non più giovanissimo, ma quotato in Croazia (tanto che, su di lui, si sono posizionate anche le attenzioni di Bologna, Fiorentina e Udinese.

Nel frattempo, non è svanita l’idea Federico Viviani, che resta in ‘stand by’, per prendere – in estate – il posto, che molto probabilmente lascerà vacante Torreira, ma occhio alla Lazio…

Riportiamo anche la notizia di un interessamento per il terzino destro del Novara (classe ’96, col vizio del goal), Lorenzo Dickmann, da parte di Bologna, Cagliari, Spal e Sampdoria, qualora si concretizzasse la partenza di Jacopo Sala, verso Sassuolo o Firenze.

Intanto il neo acquisto montenegrino Ognjen Stijepovic (in teoria destinato alla Primavera di Simone Pavan) ha preso parte, ieri, al “Mugnaini” di Bogliasco, all’allenamento della prima squadra, coinvolto da mister Giampaolo, nelle esercitazioni tecnico tattiche, in vista del match con la Fiorentina, ma non è stato utilizzato, oggi, nell’amichevole contro il Ligorna di mister Monteforte, terminata 7-0 per la Samp (tre reti di Kownacki, due di Caprari ed una a testa Barreto ed Álvarez.

Sampdoria (4-3-1-2):

Primo tempo : Viviano; Bereszyński, Silvestre, Regini, Strinic; Praet, Torreira, Linetty; Ramírez; Zapata, Quagliarella.

Secondo tempo: Puggioni; Dodô, Andersen, Ferrari, Murru; Barreto, Capezzi, Verre; Alvarez; Kownacki, Caprari.

Ligorna (4-4-2): Fenderico; Capotos, Gallotti, Dall’Osso, Zunino; Serinelli, Lembo, Panepinto, Pasciuti; Chiarabini, Valenti.

A disposizione/entrati a gioco in corso: Viola, Gilardi, Clematis, Cantatore, Oneto, Moresco, Cavallone, Masella, Vassallo, Dapelo, Botteghin, Scaccianoce, Cioce.

Arbitro: Marcenaro di Genova. Assistenti: Magri di Imperia e Zaninetti di Voghera.