Pesante sconfitta

Sampdoria Primavera, brutta sconfitta a Torino (1-4)

Un goal di Ejjaki, sullo 0-2, aveva riaperto le speranze, subito stroncate dai granata

Venaria Reale. Battuta d’arresto, al “Don Mosso”, per i ragazzi di Pavan, che subiscono una pesante lezione (4-1) dal Torino di Federico Coppitelli, l’enfant prodige delle panchine giovanili italiane.

I due tecnici si sono affrontati con questi schieramenti, diretti dal signor Santoro di Messina, coadiuvato dagli assistenti D’Alia di Trapani e Cortese di Palermo.

Sampdoria (4-3-2-1): Krapikas; Tomic, Veips, Oliana, Doda; Perrone, Ejjaki, Scotti (dal 57° Romei); Perrone; Balde, Stijepovic, Gomes Ricciulli (dal 46° Cappelletti)

A disposizione: Piccardo, Raspa, Giordano, Aramini, Marianelli, Cabral, Yayi Mpie

Torino (4-3-3): Coppola; Fiordaliso, Capone, Buongiorno, Samaké; Ruggiero, D’Alena, Kone (dal 74° Oukhadda); Rauti, Bianchi (dal 63° Butic), Millico (dall’83° Celeghin)

A disposizione: Gemello, Gilli, Bedino, Filinsky, Sandri, Munari, Oyewale, Zanellati, Leveque

Hanno sicuramente inciso due episodi, che hanno facilitato la via del successo granata, ma i blucerchiati ci hanno messo del loro, in questo brutto pomeriggio torinese.

A sbloccare il risultato, è comunque una decisione della terna arbitrale siciliana, che al 32° ravvisa le irregolarità da rigore, in un contatto (col gomito) fra Krapikas e Rauti, con Millico che non si fa pregare per firmare la rete dell’1-0.

Partita in salita, per la Samp, che prima ci prova con Balde anticipato di un soffio dal portiere Coppola e poi protesta vivacemente, per un tocco di mani (in area di rigore) dello stesso Millico, prima di dover subire il raddoppio in pieno recupero. Protagonista sempre Vincenzo Millico, mattatore del match.

Riparte bene, dopo l’intervallo, la Samp, tanto che al 61° Ejjaki dà l’illusione di poter rientrare in partita, con una perfetta esecuzione sul secondo palo, ma la convizione di potercela fare dura lo spazio di un momento, dato che i granata realizzano subito (con Kone) la loro terza rete e poco dopo anche la quarta con Rauti (assist di Millico).

Gli spazi per salvarsi, comunque, ci sono ancora, visto che le concorrenti non ne hanno troppo approfittato… bisognerà rimboccarsi le maniche sabato prossimo, al “Garrone” di Bogliasco, contro la Fiorentina.

Più informazioni