Rugby: l'Amatori Genova riparte battendo Rho - Genova 24
Serie c1

Rugby: l’Amatori Genova riparte battendo Rhorisultati

Cinque punti conquistati al termine di un incontro difficile ed equilibrato fino alla fine

Sant’Olcese. Pronto riscatto dell’Amatori Genova nel girone promozione, con la vittoria di una bella ed equilibrata partita con il Rho, conquistando il punto di bonus ma soprattutto negandolo all’avversario.

I genovesi centrano l’obiettivo del risultato, quel 5-0 raggiunto però solo nel finale di un incontro che ha visto ancora troppi errori nel gioco alla mano anche se la squadra ha mostrato maggiore concretezza rispetto alla partita d’esordio.

Decisamente il rilassamento dovuto all’abbinata promozione anticipata-sosta natalizia non è stato ancora completamente superato e la differenza con l’intensità della squadra lombarda che ha dovuto lottare strenuamente per raggiungere la fase promozione sino all’ultima giornata si è percepita chiaramente in campo. La prova dei blaugrana nel complesso merita la sufficienza: hanno attaccato molto e con convinzione, ma questa sua generosità li hanno portati qualche volta a scoprirsi pericolosamente come in occasione della seconda meta subita, mentre non hanno difeso con attenzione e, sebbene solo inizialmente, hanno balbettato in touche e la mischia ha faticato a trovare il giusto assetto.

Fattori che hanno impedito agli Amatori di imporre da subito il proprio gioco e che hanno costretto Paul Marshallsay ad un precoce cambio in prima linea dopo aver subito la prima meta; trovato l’equilibrio nel reparto degli avanti la squadra ha poi trovato modo di sviluppare il gioco dei trequarti e far sua la partita. Note positive come sempre dalla panchina, la meta decisiva è del subentrato Abbruzzese al suo secondo successo personale, ed a sorpresa dai calciatori: l’esordiente Tempesta ha messo due trasformazioni su tre ed un calcio mentre David Marshallsay ha trasformato per i due ultimi preziosi punti che hanno tolto il bonus difensivo agli avversari.

I padroni di casa hanno iniziato in attacco ma, come detto, la mancanza di conquista di palloni nelle fasi statiche li ha presto costretti sulla difensiva nei propri ventidue dove dopo sette minuti di strenua difesa hanno dovuto capitolare trovandosi così inaspettatamente sotto nel punteggio (0-5 al 17°). L’inevitabile cambio del giovane Zerbetto con il veterano “Chabal” Sciacchitano ha permesso alla mischia di far uscire palloni più veloci per azioni finalmente più ariose ed il risultato non si è fatto aspettare: un preciso inserimento all’ala di Falchi e la successiva trasformazione operano il sorpasso al 23° (7-5).

I Lupi sentono di aver azzannato la preda ed insistono: in uno dei loro furiosi attacchi ottengono anche che venga comminato un cartellino giallo alla seconda linea biancorossa, ma sono ancora troppo imprecisi ed al 33° combinano il patatrac: palla persa in avanti, calcione a seguire degli avversari che sono anche i più lesti ad andare a raccoglierla nella metà campo deserta e depositarla in mezzo ai pali (7-12).

Ma gli Amatori ricominciano dove avevano lasciato e bussano sempre più prepotentemente alla porta del Rho che capitola nuovamente pochi minuti dopo quando Benveduti trova un varco creato inevitabilmente dall’inferiorità numerica e ristabilisce la parità che accompagna le squadre alla pausa.

L’intervallo non toglie l’iniziativa ai giocatori di casa che continuano ad insistere ma questa volta la difesa lombarda regge ed allora dopo l’ ennesimo fallo ospite ecco che si calcia: Tempesta segna il primo vantaggio interno. Appena il tempo di effettuare due cambi, Verhofstad entra per Benveduti mentre Giacobbe rileva Della Valle, e gli ospiti pareggiano trasformando anch’essi un calcio (15-15 al 17°).

La partita adesso è un continuo capovolgimento di fronte: se quelle ospiti sono brevi, ma fruttuose, incursioni quelle dei padroni di casa sono lunghe permanenze nelle quali cercano di allargare la linea difensiva avversaria. Ci riescono al 27° quando sulla destra Francesco Rattazzi si infila in un piccolo pertugio e riporta avanti gli Amatori di un break con l’aiuto del calcio aggiuntivo per il 22-15.

Dentro il resto della panchina, Abbruzzese, Sacchini, David Marshallsay e Panizza per Giovanni Rattazzi, Tempesta, Falchi e Tommaso Colloca, ma non è finita perché c’è un ultima reazione degli ospiti che al termine di una rolling maul si riportano sotto sarebbe pareggio ma la trasformazione esce di un soffio. Mancano nove minuti ma i genovesi anziché difendere attaccano e ritornano dentro i ventidue avversari, a due minuti dalla fine, la mischia ruba l’altrui introduzione, capitan Palomba serve Riccobono che apre per Abbruzzese che partendo quasi da fermo punta la linea di meta, rompe due placcaggi e sull’estremo tentativo dell’ultimo si allunga per depositare la palla sulla linea. La successiva trasformazione definisce il punteggio finale nell’esultanza generale.

Ora la pausa bisettimanale, poi la squadra genovese dovrà affrontare, sempre all’Oval Stadium, il Settimo Torinese Cadetta.

La formazione dell’Amatori Genova: 15 Falchi (dal 67° Marshallsay D.); 14 Rattazzi F.; 13 Colloca T. (dal 67° Panizza); 12 Filippone; 11 Tempesta (dal 67° Sacchini); 10 D’Angelo; 9 Giovenco; 8 Palomba; 7 Benveduti (dal 50° Verhofstad); 6 Rattazzi G. (dal 67° Abbruzzese); 5 Pidalà; 4 Caruso; 3 Della Valle (dal 50° Giacobbe); 2 Zerbetto (dal 18’ Sciacchitano); 1 Riccobono; All. Marshallsay P.

Mete: Amatori 4, Rho 3. Punti: Amatori 5, Rho 0. Touche Amatori: Vinte 9, perse 3, rubate 0. Mischie: Vinte 7, perse 1, rubate 1.