Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quinto prova la fuga: ko anche Arenzano risultati fotogallery

Sesta vittoria di fila per i biancorossi che ringraziano il Crocera, vittorioso con Bologna. Bene anche Lavagna e Sori. Chiavari perde con Padova

Lo Sporting Quinto vince la sesta partita su sei giocate e prosegue la sua marcia solitaria in vetta alla classifica di Serie A2 maschile. I biancorossi ringraziano anche i cugini del Crocera Stadium che fanno valere il fattore campo e battono Bologna, che era la sola in scia dei liguri consentendo a Quinto di scappare.

La squadra di Luccianti ottiene la sua sesta vittoria imponendosi per 12-8 sulla neopromossa  Arenzano che comunque fa il proprio dovere e gioca alla pari per larghi tratti contro la corazzata genovese. L’avvio infatti vede i biancoverdi giocare con il coltello fra i denti e attacca forte finendo in vantaggio il primo periodo.

Nel secondo quarto,  Quinto riesce a pareggiare, ma la gara resta in bilico fino alla pausa lunga. Nel terzo quarto infatti, i biancorossi escono fuori e piazzano un devastante 6-2 che decide la gara, controllando i residui tentativi degli arenzanesi nel finale.

In serie A2 non ci sono mai partite scontate – commenta il tecnico Gabriele Luccianti – Soprattutto se non entri in acqua con voglia e determinazione. In un tempo abbiamo preso dall’Arenzano praticamente i gol che di solito prendiamo in tutta la partita dalle altre squadre, e questo è significativo dell’approccio sbagliato che abbiamo avuto. I nostri avversari hanno fatto una buona gara e nei primi due tempi ci ha messo in difficoltà, poi la panchina più lunga e una maggiore qualità ci hanno permesso di fare lo scatto decisivo. Prendiamo il risultato, che ci permette di continuare la nostra marcia. Sono contento che una partita del genere sia capitata in casa, in settimana lavoreremo ancora meglio, con ancora maggiore concentrazione, perché sabato prossimo ci sarà un’altra partita che sulla carta ci vede favoriti ma che dovremo affrontare con un piglio diverso.”

Dietro a Quinto si fa vedere il Crocera Stadium che, come detto, fa un favore ai cugini battendo la President Bologna nelle acque amiche. Gara equilibrata e decisa da un primo quarto giocato all’attacco che vale il 3-1 parziale sugli emiliani che poi tornano in gara nel secondo periodo che si chiude sull’1-2. Avanti di una rete, i genovesi ripartono dopo la pausa lunga, con un botta e risposta che lascia tutto invariato, prima che un rigore di Congiu metta di nuovo due reti fra le squadre. Nell’ultima frazione il Crocera legittima il punteggio con la settima e conclusiva rete.

Tre punti anche per il Lavagna 90 che strappa la prima vittoria esterna della stagione nella piscina del Vela Ancona. Gara estremamente equilibrata che vede i liguri piazzare la rete decisiva nel primo quarto, vinto 2-3. Poi arrivano tre periodi estremamente bloccati con le reti che scemano col passare dei minuti: 2-2, 1-1 e 0-0. Lavagna vince la sua quarta gara stagionale e resta nel gruppo delle seconde.

Dilaga Camogli che contro i sardi della Promogest gioca una sorta di allenamento con la gara che resta in bilico per pochi secondi. Poi sale in cattedra Beggiato che infila tre reti, nel primo quarto (saranno 6 a fine gara). Sul 3-1 i camoglini approcciano con tanta voglia anche il secondo quarto che decide la gara. Cinque reti in fila che fanno volare i liguri sull’8-2. Gara già chiusa e coach Magalotti può far ruotare un po’ tutti, ma la musica non cambia visto che i successivi due quarti terminano 4-0 e 4-2. Punteggio finale che si fissa sul 16-4 per Camogli che ritorna a vincere.

Vince anche Sori che si pone ad un solo punto dai camoglini grazie alla vittoria su Como per 7-2 al termine di una gara giocata con grande attenzione dai liguri che agganciano proprio i comaschi a quota 9 in classifica. Dopo un avvio timoroso che vede le squadre restare sull’1-1, Sori ingrana la marcia e piazza un 3-0 nel secondo quarto che permette a Imnaishvili e compagni di allungare sui lombardi. Al rientro dalla pausa lunga è ancora Sori ad andare a segno. Como prova una timida reazione, ma viene ricacciata indietro sul 6-2, prima che, nell’ultimo quarto arrivi la rete del definitivo 7-2.

Nota stonata di giornata è la sconfitta del Chiavari, battuto in casa dalla Plebiscito Padova. I patavini vanno avanti nel primo quarto, ma i liguri rimettono in sesto la gara nel secondo periodo dopo aver subito lo 0-2 rientrano in gara con Prian e Barrile. Nel terzo periodo mettono anche la testa avanti, ma Padova trova la reazione con un 1-3 che riporta in vantaggio la Plebiscito. Sul 3-5 si arriva all’ultimo quarto con Chiavari che parte forte, e ancora con Prian e Barrile pareggiano, ma i padovani sono più cinici e precisi in fase offensiva e con tre reti mandano al tappeto i chiavaresi che escono sconfitti per 5-9.