Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Potere al popolo, oltre 1500 firme consegnate in Tribunale: “Gli altri si accoltellano nei palazzi, noi siamo la nuova sinistra”

Marchetti: "Ottimo risultato a un mese dalla nostra nascita. Il 4 marzo sarà comunque l'inizio di un percorso, comunque vada"

Più informazioni su

Genova. “Mentre gli altri partiti si accoltellano dei palazzi noi siamo qui tutti insieme con un progetto che vuole realmente rinnovare la sinistra e con persone che hanno saputo creare un ottimo gruppo di lavoro”. Sono soddisfatti i candidati e gli attivisti di Potere al popolo che oggi hanno consegnato le firme al tribunale di Genova. Per il Senato sono state raccolte 1533 mila firme divise circa a metà per i due collegi, quasi tre volte quelle che sarebbero state necessarie. “Un dato che si replica con ordine di grandezza variabile un po’ in tutta Italia – spiega Giacomo Marchetti – e che ci fa ben sperare anche il vista del raggiungimento del 3%”.

Potere al popolo quindi, dopo il buon risultato a un mese dalla nascita ufficiale del movimento, comincia a crederci sul serio: “I sondaggi ci danno intorno all’1-2% per convincere gli elettori che non si tratta di un voto utile, ma per noi mandare qualcuno in Parlamento è importante per dare visibilità ad un progetto che non si conclude il 4 marzo ma che è appena cominciato”.

A Genova intanto, per ancora una settimana Potere al popolo raccoglierà le firme per il municipio centro ovest dove correrà da solo. Per quanto riguarda le uscite pubbliche, “la prima è la partecipazione al corteo antifascista del 3 febbraio”. Poi sarà la volta delle “assemblee decentrate” nei quartieri: “una alla Fratellanza di Oregina Lagaccio il 14 febbraio e poi un’assemblea sul porto che resta uno dei temi prioritari per il nostro movimento insieme alla questione della sanità e al tema del precariato”.

Bruco, il degrado del fratello minore

Fra i candidati delle liste ci sono Antonella Marras, Gianna Licitra e Ursula Cicciarelli per i collegi uninominali alla Camera, Giacomo Marchetti (uninominale al Senato), Andrea Amante e Ornella Ventullo (plurinominale alla Camera collegio ponente), Giuliano Brunetti e Cristina Campanile per il plurinominale del Levante. Capolista nel collegio plurinominale al Senato è il Cecchino Antonini.