Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pellegri, il lungo abbraccio per l’addio al Genoa

Pellegri, ufficialmente al Monaco, è allo stadio per salutare la sua squadra

Genova. Un lungo abbraccio tra Pietro Pellegri e il vicepresidente Giovanni Blondet, all’ingresso della tribuna d’onore. Un abbraccio che sembrava non finire mai, con Blondet che continuava a dire qualcosa all’orecchio del giovane attaccante. Pellegri, 16 anni, è il sedicenne più pagato della storia per un trasferimento: è passato ufficialmente al Monaco per 25 milioni, più cinque di eventuale bonus, secondo i bene informati. Un contratto di cinque anni.

Questo il suo messaggio su Instagram: “Semplicemente grazie @genoacfcofficial . Per quello che mi avete dato. Superfluo aggiungere tanto altro. La maglia rossoblu è il mio tatuaggio più bello.
Con la maglia del Genoa ho imparato a camminare, ancora prima di imparare a correre a Marassi in serie A.
Ho iniziato a parlare, ancora prima di urlare di felicità per un gol all’Olimpico.
Sono diventato uomo, prima di diventare calciatore. E sempre con quella maglia sulle spalle.
Era un sogno. Ed un sogno il Genoa lo è ancora e lo sarà per sempre.
Per sempre genovese, per sempre genoano”.

Nell’immagine successiva con la maglia del Monaco, compare anche un hashtag speciale: #daghemunegu

In quell’abbraccio di Blondet c’è tutto, probabilmente anche l’amarezza di dover vendere un gioiello così prezioso così presto.

Intanto in gradinata Nord, durante la partita, è comparso uno striscione: 31 milioni per Pellegri, tavolo alla Capannina e tutti allegri.