Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pedaggi autostradali ambulanze e convenzione con Anpass: scontro in consiglio regionale

Genova. “La revisione della convenzione con le pubbliche assistenze è al centro dell’attenzione della giunta e dell’assessorato. Grazie al lavoro dei tavoli tecnici che si sono riuniti anche recentemente, sono fiduciosa circa la definizione di una nuova convenzione che metta al centro il sistema delle pubbliche assistenze in Liguria, diverso da quello esistente in altre regioni”, così l’assessore Sonia Viale, a fine giornata, chiosa sulla questione che ha portato liti tra i banchi del consiglio, in via Fieschi.

Il consiglio regionale stamani a Genova ha respinto una mozione presentata dal gruppo del Pd per impegnare la giunta Toti a “riconoscere i costi sostenuti dalle pubbliche assistenze per i pedaggi autostradali non calcolati nella tariffe sottoscritte nel 2010”. Sono stati 16 i voti contrari (centrodestra) e 15 i favorevoli (Pd, M5S e Rete a Sinistra-LiberaMente Liguria). Il documento avrebbe impegnato la giunta ad “aggiornare le tariffe delle convenzioni con l’Anpass in modo adeguato all’incremento dei costi avvenuto dal 2010 a oggi”.

“Il dispositivo presentato dal Pd, sul quale non siamo contrari per principio – ha detto l’assessore regionale alla sanità Sonia Viale -, non prende in considerazione la trattativa con il ministero sulle convenzioni con le pubbliche assistenze”.

Le tariffe, ferme al 2010, comportano “un pesantissimo aggravio economico che gli associati Anpass non possono più sostenere. Se l’errore è stato commesso nel 2011 dalla precedente giunta, non è accettabile che la giunta attuale lo reiteri. Mi sarebbe piaciuto che la giunta si fosse assunta l’impegno di riconoscere il valore di questa esperienza decidendo di supportarla concretamente”, dichiara il capogruppo di Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria Gianni Pastorino. “E invece la giunta Toti decide di trascurare le pubbliche assistenze per questioni bilancio”.

Il Consiglio regionale ha poi approvato con i voti favorevoli di tutta la maggioranza una mozione presentata dal capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza che impegna la giunta ad attivarsi nelle sedi opportune per sollecitare modifica articolo 373 del Dpr 495 del 1992 che disciplina la materia delle pubbliche assistenze, ampliando il concetto di soccorso, comprendendovi sia il cosiddetto “trasporto sanitario qualificato” – vale a dire il trasferimento mediante veicolo sanitario di persone malate ed infortunate o comunque bisognose di assistenza, effettuato da personale, anche volontario, adeguatamente formato – sia i cosiddetti “viaggi di ritorno a vuoto”.