Sanità

Ospedale del Ponente, entro marzo l’analisi di fattibilità. Viale: “Villa Scassi sarà mantenuto”

Il progetto della struttura agli Erzelli a breve potrebbe entrare nella fase operativa

erzelli ospedale ponente

Genova. Sarà pronta entro il 31 marzo prossimo l’analisi di fattibilità relativa alla realizzazione dell’Ospedale del Ponente Genovese agli Erzelli. È quanto prevede la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale che, su proposta della vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, ha costituito il gruppo di lavoro coordinato da Alisa – composto da Dipartimento Salute di Regione Liguria, Filse, Ire, Asl3 Genovese, Università degli Studi di Genova, Comune di Genova – incaricato di elaborare il documento.

“Con questa delibera entriamo nella fase esecutiva del progetto – afferma il presidente della Regione, Giovanni Toti –. Nei prossimi mesi, non appena sarà pronta l’analisi di fattibilità, potrà partire la procedura a evidenza pubblica prevista dal nuovo codice degli appalti per i partenariati pubblico-privato. È un passo importante e atteso”.

La vicepresidente Viale sottolinea che “l’ospedale degli Erzelli è inserito a pieno titolo nel nuovo Piano Socio Sanitario recentemente approvato, dopo che nel maggio scorso in Giunta avevamo indicato come priorità strategica la realizzazione dell’Ospedale di Ponente nell’area del parco scientifico e tecnologico degli Erzelli. Sono soddisfatta – aggiunge l’assessore alla Sanità – perché nel nostro Piano Socio Sanitario, diversamente che in quello della precedente giunta di centrosinistra, l’offerta ospedaliera aumenta, in particolare nell’area metropolitana: con la realizzazione dell’Ospedale di Ponente non verrà chiuso il Villa Scassi che, anzi, verrà mantenuto e si aggiungerà quale ospedale di riferimento per quell’area della città. È bene ricordare che la precedente amministrazione aveva programmato la vendita dell’edificio del Villa Scassi per finanziare la nuova opera. Vogliamo rassicurare popolazione e lavoratori – conclude – che si va nella direzione da tutti auspicata: un pronto soccorso finalmente moderno e con spazi adeguati con il mantenimento dei servizi esistenti”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.