In mare aperto

Muore a 20 anni in traghetto, in viaggio dalla Tunisia a Genova

Il magistrato di turno ha disposto il sequestro della salma e l'effettuazione dell'autopsia anche se è quasi certo che il decesso abbia cause naturali

Genova. La procura di Genova ha fatto disporre l’autopsia sul cadavere di un 20enne tunisino, residente in Piemonte, morto mentre era a bordo di un traghetto in viaggio dalla Tunisia a Genova.

Il giovane, che viaggiava solo, si è sentito male nella sua cabina non molto dopo la partenza dalle coste nordafricane: ha chiesto aiuto all’equipaggio, ma poi ha perso conoscenza, finendo in coma senza mai uscirne. Fra le ipotesi per spiegare il decesso una crisi ipoglicemica a causa di una forma di diabete di cui il giovane soffriva da
anni.

Il comandante della nave ha subito avvertito della tragedia la polizia di frontiera e quando il traghetto è attraccato a Genova a bordo sono saliti gli agenti della Polmare e il medico legale di turno che ha poi diagnosticato il decesso ipotizzando cause naturali.

Più informazioni