Municipio Valpolcevera, la Lega oltre al "nord" perde i pezzi: due consiglieri passano al gruppo misto - Genova 24
Lo strappo

Municipio Valpolcevera, la Lega oltre al “nord” perde i pezzi: due consiglieri passano al gruppo misto

Dimezzata la compagine del Carroccio, se ne vanno Bonuso e Falasco: "Delusi da un partito che sta mancando di coerenza"

salvini ariotti begato

Genova. Potrebbe essere un (doppio) caso isolato. Oppure no. Potrebbe essere il sintomo di un processo di malcontento interno a uno dei partiti che eppure, più di altri, sembrano essere in salute: la Lega.

Lega, e non più Lega Nord, dallo scorso inverno. Ed è questo uno dei motivi che hanno spiento Daniele Bonuso e Corrado Falasco, consiglieri municipali del Carroccio in Valpolcevera, a uscire dal partito e andare nel gruppo misto (dove hanno trovato Massimo Pantini, ex Fratelli D’Italia, poi cooptato dal presidente Pd Federico Romeo nella squadra di governo con una delega al decoro urbano e riqualificazione urbana).

Bonuso, 25 anni, e Falasco, 61, non erano nella Lega da moltissimo tempo, un paio d’anni al più, ma abbastanza da definirsi delusi della piega presa dal partito e dagli atteggiamenti di Salvini. “A Pontida aveva urlato dal palco, mai più schiavi di Forza Italia. E ora?” osserva Daniele Bonuso, che parla anche a nome del compagno.

Nel gruppo della Lega al municipio V restano il capogruppo Alessio Bevilacqua e Silvia Nunzi. “Abbiamo preso la nostra decisione con grande difficoltà – continua Bonuso – ma ci siamo resi conto che non possiamo far finta di niente con gli elettori. Durante la campagna elettorale Salvini è venuto a Certosa e a Begato, sono state promesse azioni di cambiamento eppure non sta succedendo nulla. Non ci sono novità neppure sul ritorno dell’anagrafe a Bolzaneto, che è una battaglia che abbiamo intenzione di proseguire”.

“Nei prossimi anni, con i lavori per la gronda, la vallata cambierà radicalmente – aggiunge il consigliere ex Lega – noi siamo intenzionati a vigilare ma non da dentro un partito che cambia nome per racimolare qualche voto a sud”.

leggi anche
Matteo Salvini a Genova
Il tour
Salvini fra gli abitanti di Begato: “Senza ascensori né citofoni: meglio buttare giù e ricostruire”
salvini a certosa
Al mercato
Matteo Salvini a Certosa, l’assedio al “feudo” di Crivello difeso da una manciata di militanti del Pd
Generica
Bagarre
Pd nomina un ex Fratelli d’Italia responsabile sicurezza, continua la polemica delle “etichette”