Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il “metrò” riparte: in arrivo 137 milioni per Certosa e Terralba e per 11 nuovi treni

L'annuncio dal ministro Delrio che parla di "cura del ferro"

Genova. Arrivano 137,38 milioni di euro per la metropolitana, da destinare alla fornitura di 11 treni e alle tratte Brin-Canepari, in Valpolcevera, e Brignole-Martinez, in Val Bisagno. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato il decreto di riparto di 1,397 miliardi per le linee metropolitane, filoviarie e in generale del trasporto rapido di massa in città metropolitane e altre città. Nuove risorse che, con i 665,77 milioni approvati dal Cipe scorso, ammontano a 2,063 miliardi da Nord a Sud.

“La cura del ferro continua nelle città, in particolare nelle città metropolitane, che, con un efficace sistema di trasporto pubblico potranno essere comparabili alle migliori città europee”, dichiara in una nota Delrio.

La metropolitana di Genova copre oggi una rete di circa 7 chilometri, con le fermate di Brin, Di Negro, Principe, Darsena, San Giorgio, Sant’Agostino, De Ferrari e Brignole. Il 1º lotto Brin-Dinegro fu completato ed aperto in occasione dei Mondiali di calcio 1990. L’ultimo ampliamento risale al 2012.

“Sta procedendo con costanza e determinazione – dice l’assessore alla Mobilità Stefano Balleari – il disegno di una nuova mobilità sostenibile. Le risorse stanziate saranno impiegate per l’acquisto di 11 treni e per la realizzazione delle tratte Brin-Canepari e Brignole-Martinez. Una esigenza molto sentita dai genovesi che, negli ultimi sei mesi, abbiamo segnalato in più occasioni al ministro Delrio e agli esperti di Missione”.

“Il Cipe approva i finanziamenti per potenziare i trasporti nelle città metropolitane – scrive il Pd di Genova e il gruppo Pd in Comune – un risultato fondamentale nel percorso verso un trasporto urbano rapido e sostenibile”.