Seconda categoria girone d

Il Mariscotti vince e scappa. Anpi ko a Rossiglionerisultati

Capolista che sale a +4 sui biancorossi. L'Atletico Quarto si avvicina e tiene viva la corsa playoff. In coda la Bolzanetese rialza la testa

Il Guido Mariscotti torna nel suo “felice isolamento” in testa alla classifica di Seconda categoria, girone D. Grazie al rotondo 4-1 rifilato al Masone ed al contemporaneo ko dell’Anpi Casassa, i biancorossoblù vanno a +4 dalla seconda e vedono sempre meglio la Prima categoria (per quanto, ci si trovi ancora alla prima giornata di ritorno).

Primo tempo equilibrato della capolista che si sblocca solo al 40° con Mattiucci, ma replica appena 5’ dopo con Carnovale. Al rientro in campo i valligiani trovano la reazione e accorciano le distanze con Rotunno. I biancoazzurri attaccano, ma si scoprono e il Mariscotti li sfrutta alla perfezione andando a segno ancora con Carnovale e poi con Renna.

Brutto inizio anno invece per l’Anpi Casassa che a Rossiglione subisce un passivo netto e pesante firmato da uno spumeggiante Mirko Pastorino autore di una tripletta. I gol arrivano equamente ripartiti per tutto il corso della gara con il vantaggio che arriva al 10°, il raddoppio al 45° e il gol che spegne le residue speranze biancorosse al 70°.

I bianconeri restano a -2 dal terzo posto occupato dall’Atletico Quarto che vince in trasferta contro il Pontecarrega grazie al gol di Toncini e nonostante l’espulsione per fallo di reazione di Mosetti al 34°. Prestazione importante del reparto difensivo che resiste fino al triplice fischio e porta a casa tre punti.

Il Carignano batte la Casellese che comunque dimostra di essere migliorata dal punto di vista della tenuta mentale. Infatti dopo il vantaggio di Arvieri al 16°, arriva il gol di Occhipinti che pareggia. Gialloblù che tornano avanti al 55° ancora con Arvieri e trovano il gol di Croci al 75°. Partita che pare finita, invece Torre piazza il gol del 2-3 all’85° con la Casellese che spinge fino all’ultimo, ma il Carignano resiste e si impone.

Pari e patta fra Don Bosco e Mele in una gara molto equilibrata il cui epilogo è sostanzialmente giusto per quanto visto in campo. Al 18° Pedemonte porta in vantaggio i gialloblù, ma al 40° Cani pareggia. Nella ripresa, l’eterno Patrone firma il gol dell’1-2 ad un quarto d’ora dal termine su calcio di rigore. I salesiani non mollano e trovano il meritato, nonché definitivo pareggio, all’85° con un’incornata di Zilli Masotti su calcio d’angolo.

Tiene vivo l’obbiettivo playoff l’Olimpia che batte 2-1 il Campi in una gara beffarda per gli ospiti che vanno avanti al 7° con Danovaro, ma vengono raggiunti e superati negli ultimi 10’  per effetto dell’autogol di Donato e del gol di Isola. Davvero incredibile il finale di una gara che i neroverdi sembravano aver ormai portato dalla propria parte.

Ad approfittare della sconfitta del Campi c’è la Bolzanetese che vince lo scontro diretto contro il Mura Angeli e stacca in un colpo solo entrambe le suddette compagini. Dura la partita fra le squadre con la Bolzanetese che dopo il gol di Burgio al quarto d’ora fatica molto a trovare il raddoppio, che arriverà solo al 90° con Ponte.