Divorzio

Marika Cassimatis e soci di Alternativa Libera: “Chiudiamo l’associazione di Genova”

I motivi: "Oggi le scelte portate avanti da Alternativa Libera Nazionale, che si affianca ad una nuova forza politica della quale non condividiamo il progetto e il metodo, non ci corrispondono e le nostre strade si dividono"

Genova. Marika Cassimatis (nella foto), presidente di Alternativa Libera Genova, e i soci di AL Genova comunicano la chiusura dell’Associazione genovese e la cancellazione dei suoi iscritti all’Associazione nazionale di AL.

“Noi della Lista Cassimatis avevamo cercato una casa dove proseguire il percorso interrotto dal “Fidatevi di me”, il diktat pronunciato da Beppe Grillo il 17 Marzo 2017,  secondo i principi della democrazia diretta, della partecipazione e di idee che  avevamo sostenuto prima con il M5S, poi con la Lista Cassimatis – spiega Cassimatis in una nota – Pensavamo di averla trovata in Alternativa Libera ma così non è stato e ne abbiamo preso atto. Pensiamo che la politica buona parta dall’attivismo sui territori e che questa prassi debba essere la stella che guida le azioni politiche delle associazioni”.

Ecco i motivi dello lo “strappo”. “Praticare la democrazia diretta sottende un processo lungo, faticoso, che richiede pause e tempi distesi e oggi le scelte portate avanti da Alternativa Libera Nazionale, che si affianca ad una nuova forza politica della quale non condividiamo il progetto e il metodo,  non ci corrispondono  e le nostre strade, di conseguenza si dividono – dichiarano i soci di Alternativa Libera Genova – Ringraziamo i compagni di Alernativa Libera con i quali abbiamo fatto un percorso breve ma pur ricco di esperienze umane e politiche, noi ci fermiamo qui concentrati  nell’impegno sul territorio genovese dove abbiamo messo in campo diversi progetti per  la scuola, l’accoglienza e la valorizzazione delle economie locali”.