Antispaccio

In manette pusher della movida, 20enne bloccato a Castelletto

Lo spacciatore era molto conosciuto nei locali e nelle palestre cittadine, dicono gli investigatori

Genova. Ieri sera la polizia ha arrestato uno spacciatore, un 20enne senegalese, con quasi un etto di sostanza stupefacente tra crack e cocaina. Nell’ambito di un servizio antispaccio, gli investigatori del commissariato Prè lo hanno bloccato mentre usciva dalla sua abitazione, a Castelletto.

Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato oggetto di una lunga attività d’osservazione che ha avuto inizio nei giorni scorsi nel centro storico e che, proprio ieri, ha condotto i poliziotti nella zona di corso Solferino.

Nello zaino nascondeva quasi 50 grammi di cocaina in polvere e altrettanti di crack già confezionato e ripartito in un centinaio di dosi. La perquisizione domiciliare ha consentito il sequestro di 6.200 euro in contanti, accuratamente impacchettati e nascosti nel monolocale adibito a dimora: il tenore di vita del giovane, privo di attività lavorativa, fa ritenere che quella somma sia il provento di una fiorente attività di spaccio.

Il fatto che il pusher sia molto conosciuto nel centro storico, assiduo frequentatore di palestre e attivo quasi esclusivamente nel week end, non fa escludere agli investigatori che la sostanza stupefacente fosse destinata ai giovani della movida e dei locali genovesi.

Più informazioni