L'Isolese prova a fare selezione. Momento critico per la Caperanese - Genova 24
Decima vittoria per i biancoverdi

L’Isolese prova a fare selezione. Momento critico per la Caperaneserisultati

Verdiblù che perdono terreno rispetto ai rivali. Pari a reti bianche contro il Ravecca e i biancoverdi salgono a +4. Il Bogliasco intanto vince e aggancia i chiavaresi. Sampierdarenese ok

Varie Sport

Prove di fuga per l’Isolese che con il nuovo anno sta provando a dare uno scossone alla classifica nel tentativo di scrollarsi di dosso le pretendenti alla vittoria finale, in un campionato che sta regalando tante emozioni sia in vetta che in coda. I biancoverdi si impongono nel derby “cromatico” di Sestri contro la Stella che non riesce a fermare un gruppo entusiasta e in grande forma.

Partita che si sblocca già al 13° quando Remorino trova il varco giusto per portare avanti i suoi. La rete di Rossetti al 27° sembra chiudere i conti, ma gli ospiti si siedono prematuramente e Casu ricorda a tutti che in campo ci sono due squadre firmando tre minuti dopo il gol dell’1-2. La gara procede poi in equilibrio, l’Isolese amministra, la Stella non trova il varco, ma non demorde. Ci vuole la seconda rete di Rossetti al 75° per spegnere del tutto le speranze genovesi che quindi si deve arrendere alla capolista che resta a +4 sulle inseguitrici.

Se l’Isolese pare avere approcciato al meglio il 2018, altrettanto non si può dire per la Caperanese, a lungo impegnata in un testa a testa con i biancoverdi, ma che ora sembrano necessitare di un momento di pausa. Dopo il ko di domenica scorsa contro il Varazze, infatti, non riesce a vincere contro il fanalino di coda Ravecca, che torna a sperare per la propria salvezza dopo un punto francamente insperato alla vigilia. La Caperanese sfiora la rete in almeno tre occasioni, ma nel primo tempo Levaggi è sprecone sotto porta, mentre nel secondo tempo Picasso viene chiuso da una gran parata del portiere del Ravecca. Emblematico il risultato senza reti, visto che all’andata i verdiblù avevano straripato per 5-1.

Il secondo (mezzo) passo falso dei chiavaresi, il Bogliasco non sbaglia contro il Begato fra le mura amiche e aggancia proprio la Caperanese a quota 31. I biancorossi dopo essere usciti indenni dallo scontro con l’Isolese rifilano un rotondo 4-0 alla penultima della classe. Gara che si sblocca già al 15° con D’Elia che su rigore non sbaglia. Poco prima dell’intervallo Rattini raddoppia e per il Begato le cose sembrano mettersi male.

Invece nel secondo tempo i bianconeriblù cercano di rifarsi sotto alzando il baricentro e mettendo anche in difficoltà la retroguardia bogliaschina, che tuttavia tiene e al 60° Crosetti spegne definitivamente le speranze ospiti con il gol del 3-0. Gara che poi vedrà anche il poker di Spinetti a dieci minuti dal termine che punisce forse oltremodo il Begato.

Partita combattuta e difficile su entrambi i fronti tra Via dell’Acciaio e Vecchiaudace Campomorone, due squadre vicine in classifica ed impegnate nella lotta per i playoff. Padroni di casa che vanno in vantaggio al 28° con Colella su calcio d’angolo. Vecchiaudace che spinge poi, ma fatica a trovare spazi finché, al 67° Casanova piazza la zampata del pareggio. Ingenuo poi De Vincenzo del Via dell’Acciaio che, entrato da poco, si fa espellere per una doppia ammonizione deprecabile. Prima simula in area, poi protesta e la sua gara finisce dopo una manciata di minuti. Campomoronesi che tuttavia non approfittano dell’uomo in più, e la gara termina 1-1.

Magic moment per il Varazze che dopo il colpaccio con la Caperanese, vince anche con il San Gottardo e aggancia proprio i biancorossi a quota 26 punti in classifica, due in meno della zona playoff. Un gol per tempo e i giallonerazzurri si impongono per 2-0. Al 43° Mora va in rete, mettendo in discesa la gara per i giocatori di casa. Secondo tempo che è molto equilibrato, il San Gottardo, però fatica a rendersi pericoloso e all’80° viene punito da bomber Perrone che chiude la gara.

Tre punti per la Sampierdarenese che batte il Voltri 87 e sale al quarto posto, ad una sola lunghezza dal secondo. Gara che si decide in dieci minuti con le reti di Messina al 20° e Rossi al 30° che fissano il punteggio sullo 0-2. Voltri che viene così agganciato dalla coppia Sciarborasca e Prato in quella che si preannuncia un’intensa lotta per la salvezza.

Lo scontro diretto fra gialloblù e rossoneri finisce con un pari che non aiuta molto nessuna delle contendenti. Prato che approccia meglio il match, ma le occasioni si contano sulla punta delle dita. Alla mezzora Puggioni colpisce di testa da ottima posizioni, ma la palla esce sulla traversa. Poco dopo risponde Aloe che ci prova dalla media distanza: palla che colpisce la traversa.

Si decide tutto nel finale di gara, dopo una ripresa durante le squadre si scontrano molto a metà campo, ma su ritmi blandi. All’81° Puggioni sale in cattedra esibendosi in una splendida azione personale che si conclude con un tiro piazzato alle spalle del portiere. Partita che si allunga poi e in pieno recupero Aiello riesce a trovare il gol del pareggio che sembrava ormai insperato, ma giusto.

Colpo del Cà de Rissi che vince lo scontro diretto con la Calvarese e scavalca proprio i biancorossi in classifica, allontanandosi dalla zona playout. Prima parte equilibrata con le squadre che non si espongono, poi arriva il lampo di Taravella che al 33° porta in vantaggio i padroni di casa. La Calvarese accusa il colpo, e al 40° Cosentino trova il 2-0 con il quale le gare vanno al riposo.

Nella ripresa gli ospiti cercano una timida reazione, ma il Cà de Rissi è in giornata, non concede nulla e colpisce ancora con Ferrari al 70° chiudendo i giochi. Muzio rende il passivo meno pesante per la Calvarese con il gol del definitivo 3-1 a pochi minuti dal 90°.